Almanacco musicale del 1 settembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 1 settembre

1944 – Nasce a Modena il cantautore Dante Meschiari
1955 – Domenico Modugno lancia il singolo “Vecchio frack”
1960 – Nasce a Firenze Enrico Greppi, alias Erriquez, leader dei Bandabardò
1963 – Nasce a Forlì il Maestro Marco Sabiu
1973 – Patty Pravo è prima in classifica con “Pazza idea”
1982 – Ci lascia la cantante Luciana Dolliver
1984 – “Fotoromanza” di Gianna Nannini è in vetta alle classifiche
1989 – Nasce a Milano il cantante Jacopo Sarno
1995 – Ivana Spagna è in cima alla hit parade con “Come il cielo”
2004 – Nesli pubblica il suo album “Home”
2006 – Pier Cortese rilascia il disco “Contraddizioni”
2007 – I Negramaro e Jovanotti lanciano “Cade la pioggia”
2010 – Alessandra Amoroso incide “La mia storia con te”**
2011 – Loredana Errore pubblica “Che bel sogno che ho fatto”
2014 – Ligabue è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Tu sei lei”
2015 – “Roma-Bangkok” di Baby K e Giusy Ferreri è in vetta su EarOne
2016 – Moreno rilascia il disco Slogan
2016 – Sfera Ebbasta incide “Figli di papà”
2017 – Ghali pubblica il singolo “Habibi”*
2017 – Nina Zilli lancia l’album “Modern art”

*Il personaggio del giorno: Ghali

GhaliE’ passato un anno dal lancio di “Habibi”, singolo di successo di Ghali Amdouni, rapper venticinquenne italo-tunisino. Quarto estratto dal suo primo disco “Album”, il brano ha consolidato la popolarità dell’artista, reduce dai precedenti buoni riscontri di “Ninna nanna”, “Pizza kebab” e “Happy days”. Il prezzo, prodotto da Charlie Charles, ha come titolo una parola araba che, tradotta in italiano, significa “amore mio”. Nel giro di dodici mesi, Ghali è diventato una realtà della scena discografica italiana, maggiore esponente della trap insieme a Sfera Ebbasta, in grado di mettere d’accordo sia i più scettici tradizionalisti che gli affezionati della nuova guardia.

**La canzone del giorno: La mia storia con te

“…Guardami bene negli occhi,
da troppo tempo sfuggi da me
sembrano lontani quasi anni luce
quei momenti con te

Quando mi dicevi sei bellissima
mi facevi vivere una favola
quando mi sentivo indispensabile,
di un gioia immensa fino a piangere
mentre adesso è tutto lontanissimo
e ci divide un solco profondissimo

Ancora ancora
vorrei vivere intensamente
quel sogno insieme
la mia storia con te

Forse non c’è via d’uscita,
quando ogni cosa non va da se
sai certe volte mi sento sola
anche con te

Eppure mi dicevi sei bellissima
scrivevi ti amo su ogni pagina
quando ripetevi sei fantastica
mi sfioravi e mi sentivo unica

Ora invece è tutto lontanissimo
e ci divide un solco profondissimo
ancora ancora
vorrei vivere intensamente
quel sogno insieme
voglio addosso le tue mani
voglio vivere a colori
dimmi che quell’emozione ritornerà
ancora, ancora
vorrei vivere interamente

Ancora, ancora
vorrei vivere immensamente
quel sogno insieme
la mia storia con te
la mia storia con te…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.