Almanacco musicale del 10 luglio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 10 luglio

1948 – Nasce a Milano il paroliere e produttore Adelio Cogliati*
1965 – Rita Pavone vince il Cantagiro con il brano “Lui”
1972 – Nasce a Belluno il cantante Federico Stragà
1973 – I Camalentoni sono primi in classifica con “Perché ti amo”
1975 – Nasce a Torino il cantautore Walter Pradel
1976 – Gianni Bella è primo in classifica con “Non si può morire dentro”
1979 – “Tu sei l’unica donna per me” di Alan Sorrenti è in vetta alla hit parade
2000 – Biagio Antonacci rilascia l’album raccolta “Tra le mie canzoni”
2003 – Paola e Chiara lanciano il singolo “Kamasutra”
2009 – Malika Ayane pubblica “Contro vento”
2013 – Nathalie e Raf incidono “Sogno d’estate”
2014 – Benji & Fede rilasciano “Da quando ci sei tu”
2015 – Francesca Michielin lanciaBattito di ciglia
2017 – L’esercito del selfie debutta nella top5 di EarOne**

*Il personaggio del giorno: Adelio Cogliati

Adelio CogliatiSettanta candeline sulla torta per Adelio Cogliati, uno dei parolieri di maggior successo dello scenario italiano. Si è aggiudicato due volte la vittoria in veste d’autore del Festival di Sanremo, nel 1986 con “Adesso tu” e nel 1995 con “Come saprei”. Nel corso della sua lunga carriera ha scritto per numerosi artisti tra cui ricordiamo: Caterina Caselli (“Momenti sì momenti no” e “Noi lontani, noi vicini”), Marcella Bella (“Era un sogno” e Camminando e cantando”), Iva Zanicchi (“Attimi di malinconia” e “Come poesia, come musica”), Loretta Goggi (“Se io non ti avessi amato” e “Leggera confusione”), Dori Ghezzi (“E non si finisce mai” e “Velluti e carte vetrate”), Anna Oxa (“È tutto un attimo”, “Quando nasce un amore”, “Oltre la montagna” e “Pensami per te”) e soprattutto per Eros Ramazzotti, con cui ha scritto numerosi pezzi da novanta della musica leggera nazionale (“Una storia importante”, “Amarti è l’immenso per me”, “Se bastasse una canzone”, “Cose della vita”, “Un’altra te”, “Stella gemella”, “L’aurora”, “Più bella cosa”, “Nel cuore lei”, “Fuoco nel fuoco”, “Più che puoi”, “Un’emozione per sempre”, “Sta passando novembre”, “Parla con me”, “Il cammino”, “Inevitabile” e “Appunti e note”).

**La canzone del giorno: L’esercito del selfie

“…Hai presente la luna il sabato sera
intendo quella vera, intendo quella vera
hai presente le stelle, le torri gemelle
quelle che non esistono più
quelle che non esistono più
e se ti parlo di calcio
e se ti suono un po’ il banjo
dici che sono depresso
che non sto nel contesto
che profumo di marcio
ma se ti porto nel bosco
mi dici portami in centro
perché lì non c’è campo
poi vai fuori di testa
come l’ultima volta

Siamo l’esercito del selfie
di chi si abbronza con l’iPhone
ma non abbiamo più contatti
soltanto like a un altro post
ma tu mi manchi
mi manchi, mi manchi
mi manchi in carne ed ossa
mi manchi nella lista
delle cose che non ho
che non ho, che non ho

Hai presente la notte del sabato sera
intendo quella nera, intendo quella nera
hai presente la gente che corre in mutande
dici che non esistono più
dici che non esistono più
e se ti parlo di sesso
carta forbice o sasso
dici che sono depresso
che non sto nel contesto
che profumo di marcio
ma se ti porto nel parco
mi dici portami in centro
perché lì non c’è campo
poi vai fuori di testa
come l’ultima volta

Siamo l’esercito del selfie
di chi si abbronza con l’iPhone
ma non abbiamo più contatti
soltanto like a un altro post
ma tu mi manchi
mi manchi, mi manchi
mi manchi in carne ed ossa
(mi manchi in carne ed ossa)
mi manchi nella lista
(mi manchi nella lista)
delle cose che non ho
(che non ho, che non ho)

Siamo l’esercito del selfie
di chi si abbronza con l’iPhone
ma non abbiamo più contatti
soltanto like a un altro post
ma tu mi manchi
mi manchi, mi manchi
mi manchi in carne ed ossa
(mi manchi in carne ed ossa)
mi manchi nella lista
(mi manchi nella lista)
delle cose che non ho
(che non ho, che non ho)…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.