Almanacco musicale del 10 marzo

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 10 marzo

1942 – Nasce a Catania il cantautore Umberto Balsamo
1945 – Nasce a Viareggio la cantautrice Giovanna Nocetti
1955 – Nasce a Working il chitarrista Richard Benson
1956 – Franca Raimondi vince Sanremo con “Aprite le finestre”
1962 – Tony Renis è primo in classifica con “Quando quando quando”
1973 – Peppino Di Capri si aggiudica il Festival con “Un grande amore e niente più”
1985 – “A lei” di Anna Oxa è tra i brani più venditi
1994 – I Negrita rilasciano il loro primo omonimo album di inediti
2002 – I Gazosa pubblicano il disco “Inseparabili”
2003 – Le Vibrazioni sono primi in classifica con “Dedicato a te”
2007 – Mango debutta in radio con “Chissà se nevica”
2011 – Daniele Silvestri pubblica il singolo “Ma che discorsi”
2012 – Arisa è in vetta alla Top10 di EarOne con “La notte”
2014 – Francesco Renga rilascia il disco Tempo reale
2017 – Il gruppo Lo Stato Sociale pubblica il suo ultimo album “Amore, lavoro e altri miti da sfatare”

*Il personaggio del giorno: Umberto Balsamo

Umberto BalsamoSettantasei candeline per Umberto Balsamo, uno degli autori più prolifici della musica leggera italiana. Tra i suoi successi personali ricordiamo “Balla” e “L’angelo azzurro”, mentre sono numerosi i brani composti per altri artisti, tra cui: “Primo amore” per Milva, “Occhi neri” per Mal, “Domani si incomincia un’altra volta” per Domenico Modugno, “Tu, nella mia vita” per Wess e Dori Ghezzi, “Chi mi darà?” per Iva Zanicchi, “Futuro” per Orietta Berti, “Nun chiagnere” per Peppino Di Capri, “Nascerà Gesù” per i Ricchi e Poveri e “Italia” per Mino Reitano.

**La canzone del giorno: La notte

 “…Non basta un raggio di sole in un cielo blu come il mare
perché mi porto un dolore che sale, che sale
si ferma sulle ginocchia che tremano, e so perchè
e non arresta la corsa, lui non si vuole fermare
perché è un dolore che sale, che sale e fa male
ora è allo stomaco, fegato, vomito, fingo ma c’è

E quando arriva la notte
e resto sola con me
la testa parte e va in giro
in cerca dei suoi perchè
né vincitori né vinti
si esce sconfitti a metà
la vita può allontanarci
l’amore continuerà

Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare
ma c’è il dolore che sale, che sale e fa male
arriva al cuore lo vuole picchiare più forte di me
prosegue nella sua corsa, si prende quello che resta
ed in un attimo esplode e mi scoppia la testa
vorrebbe una risposta ma in fondo risposta non c’è

E sale e scende dagli occhi
il sole adesso dov’è?
mentre il dolore sul foglio è
seduto qui accanto a me
che le parole nell’aria
sono parole a metà
ma queste sono già scritte
e il tempo non passerà

Ma quando arriva la notte, la notte
e resto sola con me
la testa parte e va in giro
in cerca dei suoi perchè
né vincitori né vinti
si esce sconfitti a metà
la vita può allontanarci
l’amore poi continuerà

Ma quando arriva la notte, la notte
e resto sola con me
la testa parte e va in giro
in cerca dei suoi perchè
né vincitori né vinti
si esce sconfitti a metà
l’amore può allontanarci
la vita poi continuerà
continuerà
continuerà…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.