Almanacco musicale del 13 gennaio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 13 gennaio

1953 – Nasce a Bologna la cantante Antonietta Laterza
1968 – I Camaleonti sono primi nella hit parade con “L’ora dell’amore”
1979 – Mino Vergnaghi vince Sanremo con “Amare”
1982 – Michele Zarrillo pubblica il suo primo album “Sarabanda”
1983 – I Pooh incidono “Non siamo in pericolo”
1989 – Francesco Salvi è in vetta alle classifiche con “C’è da spostare una macchina”
1994 – Gli 883 lanciano il singolo “Nella notte”
1996 – Jovanottidebutta in radio con “L’ombelico del mondo”
2001 – I Marlene Kuntz e Skin duettano ne “La canzone che scrivo per te”
2005 – Ci lascia il cantante italo-americano Rocky Roberts
2006 – Gianna Nannini pubblica “Sei nell’anima”**
2010 – Vasco Rossi è primo in classifica con “Sto pensando a te”
2011 – Patty Pravo lancia il singolo “Unisono”, scritto da Giuliano Sangiorgi
2012 – Adriano Celentano rilascia “Ti penso e cambia il mondo”
2014 – Elisa debutta in radio con Ecco che
2017 – I Baustelle pubblicano il loro ultimo album “L’amore e la violenza”

*Il personaggio del giorno: Mino Vergnaghi

Mino VergnaghiAggiudicatosi l’edizione 1979 del Festival con il brano “Amare”, Mino Vergnaghi è ricordato come una delle meteore di Sanremo, ma in pochi conoscono davvero la sua storia. All’indomani della vittoria della kermesse, la sua casa discografica (la storica Ri-Fi) fallisce e l’artista decide di chiudere la sua carriera da interprete. Inizia così la sua attività da autore, nel 1989 compone insieme a Zucchero e Matteo Saggese la musica della celebre “Diamante”, le cui parole saranno affidate a Francesco De Gregori. Continua negli anni a collaborare in diverse produzioni internazionali di Sugar, scrivendo anche per altri colleghi, tra cui ricordiamo “Succhiando l’uva” per Mina e “Di sole e d’azzurro” per Giorgia.

**La canzone del giorno: Sei nell’anima

“…Vado punto e a capo così
spegnerò le luci e da qui
sparirai
pochi attimi
oltre questa nebbia
oltre il temporale
c’è una notte lunga e limpida
finirà
ma è la tenerezza
che ci fa paura

Sei nell’anima
e lì ti lascio per sempre
sospeso immobile
fermo immagine
un segno che non passa mai

Vado punto e a capo vedrai
quel che resta indietro
non è tutto falso e inutile
Capirai
lascio andare i giorni
tra certezze e sbagli
è una strada stretta stretta
fino a te
quanta tenerezza
non fa più paura

Sei nell’anima
w lì ti lascio per sempre
sei in ogni parte di me
ti sento scendere
fra respiro e battito
sei nell’anima
sei nell’anima
in questo spazio indifeso
inizia tutto con te
non ci serve un perchè
siamo carne e fiato

Goccia a goccia
fianco a fianco…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.