Almanacco musicale del 14 gennaio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 14 gennaio

1967 – I Rokers sono primi in classifica con “E la pioggia che va”
1972 – Lucio Battisti è primo nella hit parade con “La canzone del sole”
1979 – Nasce a Varese la cantante Laura Bono*
1982 – Nasce a Fermo l’autore Emilio Munda
1983 – Cristina D’Avena entra in classifica con la “Canzone dei Puffi”
1991 – Biagio Antonacci pubblica “Adagio Biagio”
1993 – Vasco Rossi è in vetta alle classifiche con “Gli spari sopra”
1996 – Alessandro Errico lancia la sua “Rose e fiori”
1999 – Fiorella Mannoia rilascia l’album “Certe piccole voci”
2002 – Gianna Nannini pubblica il singolo “Aria”
2003 – I Tiromancino sono primi in classifica con “Per me è importante”**
2005 – “Cleptomania” degli Sugarfree è la canzone più trasmessa in radio
2010 – Nina Zilli lancia  “L’uomo che amava le donne”
2011 – Valerio Scanu pubblica il singolo “L’amore cambia”
2012 – Jovanotti è in cima alle classifiche con “Ora”
2014 – Alessandro Casillo lancia “Ci credo ancora”
2016 – Mielepubblica “Mentre ti parlo”
2017 – Alessandro Mannarino rilascia l’album “Apriti cielo”

*Il personaggio del giorno: Laura Bono

Laura BonoVincitrice della sezione Nuove Proposte del cinquantacinquesimo Festival di Sanremo con “Non credo nei miracoli”, Laura Bono ha pubblicato quattro album nel corso della sua carriera, realizzando diversi brani di successo: da “Tutto ha una spiegazione” a “M’innervosisci”, passando per “Oggi ti amo”, “Non è stata colpa mia”, “Che bel vivere”, “S’intitola così”, “Cinture di pelle”, “Un minuto dolcissimo” e “Segreto”. Nel 2017 è entrata a far parte de Le Deva, gruppo tutto al femminile composto anche da Greta, Verdiana e Roberta Pompa. Lo scorso 20 ottobre hanno rilasciato il loro primo disco intitolato “4”, dal quale sono stati estratti i singoli “Un’altra idea”, “Semplicemente io e te” e “Grazie a te”.

**La canzone del giorno: Per me è importante

“…Le incomprensioni sono così strane
sarebbe meglio evitarle sempre
per non rischiare di aver ragione
ché la ragione non sempre serve
domani invece devo ripartire
mi aspetta un altro viaggio,
e sembrerà come senza fine
ma guarderò il paesaggio
sono lontano e mi torni in mente
t’immagino parlare con la gente

Il mio pensiero vola verso te
per raggiungere le immagini
scolpite ormai nella coscienza
come indelebili emozioni
che non posso più scordare
e il pensiero andrà a cercare
tutte le volte che ti sentirò distante
tutte le volte che ti vorrei parlare
per dirti ancora
che sei solo tu la cosa
che per me è importante
che per me è importante

Mi piace raccontarti sempre
quello che mi succede
le mie parole diventano nelle tue mani
forme nuove colorate
note profonde mai ascoltate
di una musica sempre più dolce
o il suono di una sirena
perduta e lontana

Mi sembrerà di viaggiare io e te
con la stessa valigia in due
dividendo tutto sempre
normalmente…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *