Almanacco musicale del 14 settembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 14 settembre

1960 – Nasce ad Ancona il cantautore Remo Zito
1962 – Nasce a Napoli il cantante Mariano Apicella
1972 – Mia Martini vince il Festivalbar con “Piccolo uomo”
1973 – Nasce a Firenze il cantante Alessandro Canino
1981 – Renato Zero è primo in classifica con “Più su”
1982 – Lucio Battisti rilascia il disco “E già”
1992 – I Pooh pubblicano l’album “Il cielo è blu sopra le nuvole”
2001 – Zucchero lancia il disco “Shake”
2004 – Ci lascia la cantante Giuni Russo*
2007 – Tiziano Ferro pubblica “E fuori è buio”
2010 – Biagio Antonacci incide il singolo “Chiedimi scusa”
2010 – Fiorella Mannoia rilascia l’album dal vivo “Il tempo e l’armonia”
2012 – Annalisa lancia il singolo “Per una notte o per sempre”
2013 – Gianna Nannini incide “In the rain”
2015 – “Attenta” dei Negramaro è prima su EarOne
2016 – I Tiromancino sono tra gli artisti più trasmessi in radio con “Tra di noi”
2017 – Alexia pubblica Fragile fermo immagine
2017 – Michele Bravi lancia “Diamanti

*Il personaggio del giorno: Giuni Russo

Sono trascorsi quattordici anni dalla prematura scomparsa di Giuni Russo, cantautrice siciliana tra le maggiori sperimentatrici dello scenario musicale italiano. Nel corso della sua strepitosa carriera ha pubblicato sedici album di inediti più numerose raccolte dei suoi migliori successi, tra cui ricordiamo: “No amore”, “Una vipera sarò”, “Un’estate al mare”, “Limonata cha cha cha”, “Mediterranea”, “Alghero”, “Sera d’agosto”, “L’addio”, “Strade parallele”, “Adrenalina”, “Le contrade di Madrid”, “Good good-bye”, “Mango papaia”, “L’oracolo di Delfi”, “I ragazzi del sole”, “La sua figura”, “Amore intenso”, “Morirò d’amore” e “Non voglio andare via”

**La canzone del giorno: Per una notte o per sempre

 “…Non ci sarà
più l’estate
non ci saranno
più le passeggiate
tra quei sogni
e i papaveri che
immaginavamo solo per noi

Vai te ne vai
come fosse normale vai
ti riprendi le mani e mi ridai le paure vai
te ne vai per una notte
o per sempre
fingerò che sia uguale
se te ne vai
vai vai vai

Non ci sarà
più l’estate
tutto tornerà
alla sua folle
banalità
e un giorno sarà normale
persino incontrarti con un’altra
io canterò per strada
con la chitarra
e il cuore affranto

Vai
te ne vai come fosse normale vai
ti riprendi le mani e mi ridai le paure
vai come fai
per una notte o per sempre
come fa tutta la gente vai
vai vai vai
senza fare troppe storie
senza fare rumore
te ne vai
vai vai vai
vai vai vai…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.