Almanacco musicale del 15 agosto

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 15 agosto

1966 – Nasce a Roma il cantante Marco Conidi
1972 – Nasce a Rivoli la cantante Agnese Cacciola, in arte Neja*
1979 – Nasce a Milano il chitarrista Adriano Viterbini
1981 – Renato Zero è ai vertici delle classifiche con “Più su”
1998 – Ci lascia il cantante italo-francese Nino Ferrer
1999 – “Viaggio al centro del mondo” degli 883 è in cima alla hit parade
2011 – I Modà pubblicano il singolo “Salvami”
2013 – Jovanotti è tra gli artisti più presenti in radio con “Ti porto via con me”
2014 – Entics incide “Open bar”
2015 – Cesare Cremonini debutta su EarOne con “Lost in the weekend”
2017 – Lento/Veloce di Tiziano Ferro è tra i brani più trasmessi**

*Il personaggio del giorno: Neja

NejaQuarantasei candeline sulla torta per Agnese Cacciola, meglio conosciuta con lo pseudonimo artistico di Neja. Il repertorio della cantante piemontese è molto variegato, spazia dal gospel al jazz, anche se i suoi maggiori successi li ha realizzati sotto il segno della dance negli anni ’90, arrivando a vendere oltre quattro milioni di dischi in tutto il mondo. Tra i suoi brani più celebri ricordiamo “Restless”, una vera e propria hit dell’estate 1998, seguito a ruota da “Shock” e “The Game”, con il quale vince Un disco per l’estate l’anno seguente. Tra partecipazioni al Festivalbar e singoli in classifica per intere settimane, è da considerarsi una delle regine indiscussi dei tormentoni estivi.

**La canzone del giorno: Lento/Veloce

“…Scriverti è facile, è veloce
per uno come me
non temo mai le conseguenze, amo le partenze
ridere è difficile, è lento
e fosti un imprevisto
un angelo in un angolo mi strappò un sorriso vero
starò ancora bene veramente veloce o lento
appena smetterò di domandarmelo suppongo
perderti fu facile, fu veloce
arreso al terrore
che dopo poche ore
mi chiamavi amore

L’estate è tornata e chiede di te
ritorna senza avvisare, non dirmelo
imparo lento e sbaglio veloce
quindi devo ripeterlo
ti amo amore mio
e non pensare e niente
a te ci penso io

Perdermi è facile, davvero veloce
per chiunque mi stia accanto
apprezzo il tentativo e mentre parli
sto già andando
stare insieme è assurdo, è lento
è un dazio che l’amore
concede al terrore di restare soli

Cancellare ogni viaggio pur di non vederti
andare via per sempre
è cosa facile è cosa velocissima
è cosa stupidissima
è lento reprimere un progetto
in prospettiva dell’aspettativa
di parlare solamente al plurale, è inutile
non lo vorrò mai

L’estate è tornata e chiede di te
ritorna senza avvisare, non dirmelo
imparo lento e sbaglio veloce
quindi devo ripeterlo
ti amo amore mio
e non pensare e niente
amore io ti amo
da quando mi fu concesso il tempo
ma ritorna e decidi tu se veloce o lento

Questa estate non vuole aspettare
ritorna da me ritorna quando vuoi tu
amo lento e corro veloce
quindi ora mi fermo qui
ti amo amore mio
e non pensare a niente
a te ci penso io
ci penso io…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.