Almanacco musicale del 16 agosto

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 16 agosto

1938 – Nasce a Filigne Vegliaturo il cantante Rocco Granata
1943 – Nasce a Londra il cantante Shel Shapiro
1957 – Nasce a Ravanusa il cantautore Angelo Avarello
1982 – Miguel Bosè è ai vertici delle classifiche con “Bravi ragazzi”
1988 – Ci lascia il cantautore Herbert Pagani
2000 – “Musica” dei Gemelli DiVersi è in cima alla hit parade
2007 – Ci lascia il paroliere Vito Pallavicini*
2011 – Giorgia debutto su EarOne con “Il mio giorno migliore”
2013 – Neffa pubblica il singolo “Dove sei”
2014 – Vasco Rossi è tra gli artisti più presenti in radio con “Dannate nuvole”**
2017 – “Milionario” di Guè Pequeno è tra i brani più trasmessi

*Il personaggio del giorno: Vito Pallavicini

Vito PallaviciniSono trascorsi undici anni dalla scomparsa di Vito Pallavicini, uno dei nostri più ispirati parolieri che, nel corso della sua fortunata carriera, ha composto numerose canzoni di successo, tra cui ricordiamo: “Le mille bolle blu” per Mina, “Io che non vivo (senza te)” per Pino Donaggio, “Amici miei” per Nicola Di Bari, “Come si fa a non volerti bene” per Domenico Modugno, “Nel sole” per Al Bano Carrisi, “Insieme a te non ci sto più” per Caterina Caselli, “Deborah” per Fausto Leali, “Acqua di mare” per Romina Power, “Messico e nuvole” per Enzo Jannacci, “Non ti bastavo più” per Patty Pravo, “La filanda” per Milva e “Azzurro” per Adriano Celentano.

**La canzone del giorno: Dannate nuvole

 “…Quando cammino su queste dannate nuvole
vedo le cose che sfuggono dalla mia mente
niente dura, niente dura
e questo lo sai
però non ti ci abitui mai

Quando cammino in questa valle di lacrime
vedo che tutto si deve abbandonare
niente dura, niente dura
e questo lo sai
però non ti ci abitui mai

Chissà perché
chissà perché
chissà perché

Quando mi sento di dire la verità
sono confuso, non son sicuro
quando mi viene in mente
che non esiste niente
solo del fumo, niente di vero
niente è vero, niente è vero
e forse lo sai
però tu continuerai

Chissà perché
chissà perché
chissà perché
chissà perché

Quando mi viene in mente
che non esiste niente
solo del fumo, niente di vero
niente dura, niente dura
e questo lo sai
però tu non ti arrenderai

Chissà perché
chissà perché
chissà perché
Chissà perché
chissà perché

Quando mi viene in mente
che non esiste niente…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.