Almanacco musicale del 18 aprile

Almanacco musicale del 18 aprile

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 18 aprile

1953 – Nasce a Roma il paroliere Stefano Jurgens
1964 – Nasce a Roma il chitarrista Paolo Carta
1970 – I Dik Dik debuttano nella hit parade con “Io mi fermo qui
1973 – Nasce a Roma la cantautrice Maria Luisa Congiu
1990 – I Timoria pubblicano il loro primo disco “Colori che esplodono”
1991 – Nasce a Brescia la cantante Roberta Pompa*
2011 – Vasco Rossi è primo nella Top 10 di EarOne con “Eh già”
2012 – Paola Turci rilascia l’album “Le storie degli altri”
2013 – Marco Mengoni pubblica Pronto a correre”**
2014 – Gigi D’Alessio lancia il singolo “Occhi nuovi”
2014 – Gli Zero Assoluto incidono “Adesso basta”
2015 – I Negramaro lanciano “Sei tu la mia città”
2016 – I Modà pubblicano Passione maledetta
2017 – Marco Carta lancia Il meglio sta arrivando

*Il personaggio del giorno: Roberta Pompa

Roberta PompaVentisette candeline sulla torta per Roberta Pompa, artista lombarda componente de Le Deva, che avevamo già conosciuto come solista nel corso della settima edizione italiana di X Factor. Tra le canzoni realizzate in compagnia delle colleghe Verdiana Zangaro, Greta Manuzi e Laura Bono, ricordiamo: “L’amore merita”, “L’origine”, “Un’altra idea”, “Semplicemente io e te” e “Grazie a te”, tutti estratti dal loro primo disco 4, rilasciato lo scorso 20 ottobre, nel quale sono contenuti pezzi firmati da: Zibba, Andrea Amati, Antonio Maggio, Marco Rettani, Enrico Palmosi, Nicolas Bonazzi, Valerio Carboni, Luca Sala, Fabio Vaccaro, Gabriele Oggiano e Alessio Caraturo.

**La canzone del giorno: Pronto a correre

 “…Con te ero immobile
oggi ti vedrò di colpo sparire
tra la folla te ne andrai
mi sono rotto delle scuse
e sono stanco dei tuoi guai
hai detto che non vuoi più
camminare accanto a me, accanto a me
ora questa casa mi sembra più grande
illumino ogni angolo
dipingo la noia, rivesto la stanza
di quel che d’ora in poi sarò
non mi fermerai né adesso, né mai
perché per troppe volte ho scelto te
non sono immobile

Grazie per avermi fatto male
non lo dimenticherò
grazie io riparto
solo controvento ricomincerò

Giro nel centro e faccio la spesa
non mi sento fragile
cento grammi di sole
non serve l’amore
se poi diventa cenere
non mi prenderai
né adesso, né mai
perché per troppo tempo
ho scelto te
dimenticando me

Grazie per avermi fatto male
non lo dimenticherò
grazie io riparto
solo controvento ricomincerò
sarò pronto a correre per me
e tu ferma immobile
grazie per avermi fatto male
non lo dimenticherò
sento nelle vene vita che si muove ricomincerò
sarò pronto a correre per me…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *