Almanacco musicale del 19 novembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 19 novembre

1964 – Nasce a Milano il cantautore Vincenzo Costantino
1965 – Iva Zanicchi rilascia il suo primo omonimo disco
1972 – Nasce a Milano il cantautore Povia
1977 – Renato Zero lancia il singolo “Mi vendo”
1980 – Nasce a Messina il cantante Oriana Civile
1990 – I Litfiba pubblicano il disco “El diablo”
1992 – “Stabiliamo un contatto” degli Stadio è in cima alla hit parade
1994 – Vasco Rossi è primo in classifica con “Senza parole”
1998 – Raf rilascia l’album“La prova”
2004 – Luca Dirisio pubblica il suo primo disco omonimo*
2004 – Bassi Maestro rilascia l’album “L’ultimo testimone”
2009 – Laura Pausini lancia il singolo “Non sono lei”
2010 – Alessandra Amoroso incide “Urlo e non mi senti”**
2011 – Mario Lavezzi e Ornella Vanoni pubblicano “Imperscrutabili”
2012 – Francesco De Gregori rilascia l’album “Sulla strada”
2013 – Gigi D’Alessio incide il disco “Ora”
2013 – Raffaella Carrà pubblica il suo ultimo album “Repley”
2014 – Red Canzian lancia il singolo “Per un attimo”
2015 – “Volevo te” di Giusy Ferreri è tra i brani più trasmessi in radio
2016 – Fedez e J-Ax incidono “Assenzio” con Stash e Levante
2017 – Leda Battisti lancia “Parla più piano (brucia la terra)”

*Il personaggio del giorno: Luca Dirisio

Luca DirisioSono trascorsi quattordici anni dal lancio dell’omonimo disco d’esordio di Luca Dirisio, trascinato dal successo dei fortunati singoli “Calma e sangue freddo” e “Il mio amico vende il tè”. In scaletta dieci brani inediti, tra cui spiccano “Usami”, “Per sempre”, “Destino anarchico”, “Per le mie mani”, “Le fate”, “Grano di sale”, “Tu che fai” e “Non mi sposto”. Prodotto da Giuliano Boursier, l’album è uscito anche in versione spagnola per il mercato latino,

**La canzone del giorno: Urlo e non mi senti

“…Tornerò, tornerò meno fragile,
resterò alla finestra mentre un altro giorno passa in fretta
resta lì, pure in silenzio, giudica
ora che non avrai più paura di soffrire ancora…

Dormi tranquilla e stai lontana dai miei sbagli
intanto che riposi io continuo a chiedermi perché urlo e poi tu non mi senti
e dimmi se a volte poi mi cerchi tra la gente
e se è soltanto pioggia o sono lacrime..
allungo le mie mani ma tu sei distante

Sparirò come pioggia nella sabbia
brillerò tra le stelle, chiudi gli occhi e riuscirai a toccarmi
dicono che non si può rinascere..
facile dirlo per chi non ha incontrato la tua pelle

E dormi tranquilla e stai lontana dai miei sbagli
intanto che riposi io continuo a chiedermi
perché urlo e poi tu non mi senti
e dimmi se a volte poi mi cerchi tra la gente
e se è soltanto pioggia o sono lacrime
allungo le mie mani ma tu sei distante

Proprio ora che allungo le mie mani ma tu sei distante
e dormi tranquilla e stai lontana dai miei sbagli
intanto che riposi io continuo a chiedermi perché urlo ma tu non mi senti…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.