Almanacco musicale del 22 ottobre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 22 ottobre

1940 – Nasce a Taranto il cantante Franco Talò
1947 – Nasce a Roma il cantante Roberto Loreti, alias Robertino
1955 – Nasce a Marsala la cantautrice Roberta D’Angelo
1961 – Nasce a Genova il cantautore Enrico Lisei
1973 – Mina rilascia il disco “Amanti di valore”
1977 – Umberto Balsamo è primo in classifica con “L’angelo azzurro”
1986 – Nasce a Santeramo in Colle la cantante Maria Germinario, alias Mama Marjas
1990 – “Scandalo” di Gianna Nannini è tra i brani più trasmessi di in radio
1999 – Franco Battiato rilascia il disco “Fleurs”
2004 – Laura Pausini pubblica l’album “Resta in ascolto”*
2010 – Carmen Consoli incide “Guarda l’alba”, scritto con Tiziano Ferro**
2011 – Ci lascia il cantante Armando Zingone
2013 – Emis Killa lancia il disco “Mercurio”
2013 – Claudio Baglioni incide “Una storia vera”
2014 – Fabi, Silvestri e Gazzè sono tra gli artisti più trasmessi in radio con “L’amore esiste”
2015 – Biagio Antonacci rilascia il singolo “Ci stai”
2016 – Marco Mengoni raggiunge la Top5 di EarOne con Ti ho voluto bene veramente
2017 – Gli Elio e le storie tese pubblica “Licantropo vegano”

*Il personaggio del giorno: Laura Pausini

Laura Pausini Resta in ascoltoSono trascorsi quattordici anni dal lancio di “Resta in ascolto”, settimo album in studio di Laura Pausini, considerato dal pubblico e dalla critica come uno fra i suoi dischi migliori. Anticipato di poche settimane dall’omonimo singolo, nell’album sono presenti alcuni brani che sono diventati dei classici del suo repertorio, come “Vivimi” (scritta da Biagio Antonacci), “Come se non fosse stato mai amore”, “La prospettiva di me”, “Benedetta passione” (composta per lei da Vasco Rossi e Gaetano Curreri degli Stadio), “Il tuo nome in maiuscolo”, “Parlami”, “Così importante”, “Dove l’aria è polvere”, “Amare veramente” e “Mi abbandono a te” (firmata da Madonna).

**La canzone del giorno: Guarda l’alba

 “…Già natale il tempo vola,
l’incalzare di un treno in corsa,
sui vetri e lampadari accesi
nelle stanze dei ricordi,
ho indossato una faccia nuova
su un vestito da cerimonia
ed ho sepolto il desiderio
intrepido di averti affianco
allo specchio c’è un altra donna,
nel cui sguardo non v’è paura
com’è preziosa la tua assenza
in questa beata ricorrenza,
ad oriente il giorno scalpita non tarderà

Guarda
l’alba che ci insegna a sorridere,
quasisembra che ci inviti a rinascere,
tutto inzia, invecchia,
cambia forma,
l’amore tutto si trasforma
l’umore di un sogno col tempo
si dimentica..

Già natale il tempo vola,
tutti a tavola che si fredda,
mio padre con la barba finta
ed un cappello rosso in testa
ed irrompe impetuosa la vita,
nell’urgenza di prospettiva
già vedo gli occhi di mio figlio
e i suoi giocattoli per casa,
ad oriente il giorno scalpita,
la notte depone armi e oscurità..

Guarda
l’alba che ci insegna a sorridere,
quasi sembra che ci inviti a rinascere,
tutto inizia, invecchia, cambia forma,
l’amore tutto si trasforma,
persino il dolore più atroce
si addomestica,
tutto inizia, invecchia,
cambia forma,
l’amore tutto si trasforma,
nel chiudersi un fiore al tramonto
si rigenera…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.