Almanacco musicale del 23 luglio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 23 luglio

1946 – Nasce a Napoli il cantautore Edoardo Bennato*
1963 – Nasce a Brindisi il cantante Leandro Barsotti
1966 – I Giganti sono primi in classifica con “Tema”
1967 – Nasce a Torino la cantante Giorgia Fiorio
1977 – Umberto Tozzi è in cima alle classifiche con “Ti amo”
1989 – “Ti pretendo” di Raf è in vetta alla hit parade
2000 – Nek pubblica il singolo “Sul treno”
2013 – Alexia rilascia l’album di cover “Canzonissime”
2013 – Claudio Baglioni incide “L’ultima cosa che farò”
2016 – Elodie entra in rotazione radiofonica con Amore avrai
2017 – Nina Zilli debutta nella Top10 di EarOne conMi hai fatto fare tardi

*Il personaggio del giorno: Edoardo Bennato

EdoardoBennatoSettantadue candeline per Edoardo Bennato, cantautore partenopeo considerato uno dei più grandi rocker italiani. Tra i brani che arricchiscono il suo ricco repertorio, ricordiamo “Salviamo il salvabile”, “Menomale che adesso non c’è Nerone”, “Il gatto e la volpe”, “Cantautore”, “Un giorno credi”, “Sono solo canzonette”, “E invece no”, “Una settimana un giorno”, “Zero in condotta”, “Ok Italia”, “Viva la mamma”, “Il rock di Capitano Uncino”, “Abbi dubbi”, “Un’estate italiana” con Gianna Nannini, “L’isola che non c’è”, “Il paese dei balocchi”, “Le ragazze fanno grandi sogni”, “Sembra ieri”, “Ogni favola è un gioco”, “Si tratta dell’amore”, “Ritorna l’estate”, “Notte di mezza estate” con Alex Britti, “E’ lei”, “La mia città”, “Credo solo a te” e “Io vorrei che per te”.

**La canzone del giorno: Mi hai fatto fare tardi

 “…Anna perdonami
per questa vita che mi sta portando via
per caso hai una caramella?
che mi levi dalla bocca il gusto dell’ultima poesia

Nel mio cuscino confesserò, oh
questa notte
giorno perdonami
quando arrivi tu, io me ne vado via

Perché non sono così bella?
quando la luce entra nella stanza a farmi compagnia
mi addormento distratta, ah
questa notte
con il trucco in faccia

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
se l’amore è una partita noi siamo rimasti
sopra gli spalti
sopra gli spalti

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
per vedere l’alba
poi neanche mi guardi
neanche mi guardi
neanche mi guardi

C’è gente nei vicoli
occhi rossi stropicciati di malinconia
sono venuta alla tua festa
il primo brindisi, prima di andare via

Io ti guardo, i miei silenzi
sono un colore in mezzo a tanti

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
se l’amore è una partita noi siamo rimasti
sopra gli spalti
sopra gli spalti

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
per vedere l’alba
poi neanche mi guardi
neanche mi guardi
neanche mi guardi

La prima stella della notte che non se ne va
ricorderà il nostro amore maledetto
dentro i miei ricordi non so cosa fai
non ti penso mai
e ti ci ritrovo dentro

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
se l’amore è una partita noi siamo rimasti
sopra gli spalti
sopra gli spalti

Quanto mi hai fatto fare tardi
quanto mi hai fatto fare tardi
per vedere l’alba
poi neanche mi guardi
neanche mi guardi
neanche mi guardi…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.