Almanacco musicale del 25 giugno

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 25 giugno

1943 – Nasce a Carate Brianza il cantautore Roberto Vecchioni*
1966 – I Giganti sono in vetta alle classifiche con “Tema”
1982 – Nasce a Capitán Bermúdez la cantante Lola Ponce
1983 – Nasce a Roma il cantante Tommaso Paradiso, frontman dei Thegiornalisti
1985 – “L’ultima poesia” di Marcella e Gianni Bella è in cima alla hit parade
2007 – Irene Grandi è prima in classifica con “Bruci la città”
2009 – Nek pubblica il singolo “Semplici emozioni”
2010 – Biagio Antonacci e Leona Lewis lanciano “Inaspettata”
2010 – Valerio Scanu incide “Indissolubile”
2011 – Gianna Nannini lancia “Perfetto”
2013 – Rocco Hunt rilascia il suo primo disco “Poeta urbano”
2014 – I Perturbazione pubblicano “Musica X”
2015 – Alexia incide “Sento”
2016 – Ermal Meta lancia “A parte te”**
2017 – La Differenza e Omar Pedrini incidono “Sole spento”

*Il personaggio del giorno: Roberto Vecchioni

Roberto VecchioniTraguardo importante per Roberto Vecchioni, tra i cantautori più importanti della musica leggera italiana, che oggi festeggia il suo settantacinquesimo compleanno. Nel corso della sua cinquantennale carriera ha pubblicato venticinque album d’inediti e tredici raccolte dei suoi maggiori successi, aggiudicandosi le vittorie di un Premio Tenco nel 1983, un Festivalbar nel 1992 e un Festival di Sanremo nel 2011 con il brano “Chiamami ancora amore”. Tra gli altri pezzi che arricchiscono il suo sempreverde repertorio ricordiamo “Luci a San Siro”, “L’uomo che si gioca il cielo a dadi”, “Samarcanda”, “Piccolo amore”, “Milady”, “Per amore mio”, “Voglio una donna”, “Il tuo culo e il tuo cuore”, “El bandolero stanco”, “Sogna ragazzo sogna”, “Il più grande spettacolo del mondo”, “Figlio, figlio, figlio”, “Non lasciarmi andare via”, “Sei nel mio cuore” e “Ho conosciuto il dolore”.

**La canzone del giorno: A parte te

 “…Questo vecchio cortile che
ha un cancello sbiadito
una scritta sul muro
che mi ricorda qualcosa…
una strada che porta
alla mia vecchia scuola,
una moto che passa,
come un pensiero di fretta
ah se fossi ancora qui con me
ti farei vedere io
che la lezione d’amore
che mi hai insegnato
l’ho imparata… bene

Sempre sarai
nella tasca destra in alto,
in un passo stanco
dentro un salto in alto
che mette i brividi
sempre sarai
in un sorriso inaspettato
o in un appuntamento
con il mio destino…

Una stanza che sembra
avere troppi ricordi,
su un orizzonte di carta
rivedo i giorni in cui c’eri…
ah se fossi ancora qui con me
ti farei vedere io che
la lezione d’amore
che mi hai insegnato
io l’ho imparata …bene

Sempre sarai
nella tasca destra in alto,
in un passo stanco
dentro un salto in alto
che mette i brividi
per sempre sarai
in un sorriso inaspettato
o in un appuntamento
con il mio destino,
che non vedo in faccia mai
che non ho visto mai…

Sempre sarai
l’eccezione di un difetto
un respiro lento
che scandisce il tempo,
che nessuno ferma mai
per sempre
con me sarai
nella tasca destra in alto,
ascolterai ridendo
ogni mio segreto
che nessuno a parte te
a parte noi…
ha visto mai
ha visto mai…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.