Almanacco musicale del 26 maggio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 26 maggio

1961 – Nasce a Napoli il Maestro Adriano Pennino
1962 – Nasce a Monza il cantante Gatto Panceri
1965 – Nasce a Milano la cantante Nadia Biondini
1973 – Domenico Modugno debutta in classifica con “Amara terra mia”
1994 – Irene Grandi pubblica il suo primo disco omonimo*
1998 – Marina Rei lancia il disco “Anime belle”
2000 – Renato Zero rilascia l’album “Tutti gli zeri del mondo”
2003 – Giulia Ottonello vince la seconda edizione di “Amici” di Maria De Filippi
2006 – Omar Pedrini pubblica il disco “Pane burro e medicine”
2006 – Silvia Mezzanotte incide l’album “Il viaggio”
2007 – Max Pezzali lancia il disco “Time out”
2011 – Jarabedepalo e Francesco Renga duettano in “La quiero a morir”
2012 – Biagio Antonacci pubblica il singolo “Non vivo più senza te”**
2014 – Francesco Gabbani rilascia il suo primo disco “Gretist iz”
2015 – Max Pezzali incide “Sopravviverai”
2016 – Lele pubblica il suo primo album in studio “Costruire”
2017 – Marco Carta lancia il disco Tieniti forte

*Il personaggio del giorno: Irene Grandi

Irene-GrandiA pochi mesi di distanza dalla sua partecipazione al Festival di Sanremo 1994 tra le Nuove Proposte con “Fuori”, Irene Grandi pubblica il suo omonimo album d’esordio, che contiene otto inediti più la cover “(You make me feel like) A natural woman” di Irene Grandi. Tra i pezzi in scaletta, ricordiamo: “Sposati! Subito!” scritta da Eros Ramazzotti, “T.V.B.” firmata da Jovanotti, “Cose da grandi”, “Vai vai vai”, “Mille”, “La cucina” e “Un motivo maledetto”.

**La canzone del giorno: Non vivo più senza te

 “…Non vivo più senza te, anche se, anche se
con la vacanza in Salento prendo tempo dentro me
non vivo più senza te, anche se, anche se
una signora per bene ignora le mie lacrime.
e le mie mani, le mie mani, le mie mani van su,
la sua bocca, la sua bocca punta sempre più a sud
la mia testa, la mia testa, la mia testa fa

No signora no (mi piaci)
no signora no (mi piaci)
no signora no (ti prego)

Non vivo più senza te anche se, anche se
tanti papaveri rossi come il sangue inebriano
non vivo più senza te anche se, anche se
la luce cala puntuale sulla vecchia torre al mare.
sarà che il vino cala forte più veloce del sole,
sarà che sono come un dolce che non riesci a evitare,
sarà che ballano sta pizzica, sta pizzica

No signora no (mi piaci)
no signora no (mi piaci)
no signora no (ti prego)

E le mie mani, le mie mani, le mie mani van su,
la sua bocca, la sua bocca punta sempre più a sud
la mia testa, la mia testa, la mia testa fa

No signora no (mi piaci)
no signora no (mi piaci)
no signora no (ti prego)

Succedono, le cose poi succedono,
il mondo è un buco piccolo, ci si ritroverà
le mode, i tempi galoppano tra i vortici
e i sogni pettinandosi ritarderanno un pò…

Non vivo più senza te, anche se, anche se
con la vacanza in Salento ho fatto un giro dentro me

non vivo più senza te, anche se, anche se
la solitudine è nera e non è sera, la solitudine
è sporca e ti divora, la solitudine è suono che si sente senza te…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.