Almanacco musicale del 31 gennaio

Almanacco musicale del 31 gennaio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 31 gennaio

1951 – Nilla Pizzi vince il primo Festival di Sanremo con “Grazie dei Fior”
1953 – Carla Boni e Flo Sandon’s vincono la terza edizione con “Viale d’autunno”
1959 – Domenico Modugno e Johnny Dorelli trionfano a Sanremo con ”Piove”
1961 – Gino Paoli pubblica il singolo “Sassi”
1966 – Nasce ad Arezzo la cantautrice Pia Tuccitto
1970 – Massimo Ranieri è primo in classifica con “Se bruciasse la città”
1977 – “Due ragazzi nel sole” dei Collage è tra le canzoni più ascoltate in Italia
1984 – Nasce a Milano la cantante Malika Ayane
1985 – Nasce a Fondi il cantautore Virginio Simonelli
1995 – Anonimo Italiano lancia la sua “E così addio”
1997 – I Bluvertigo rilasciano il disco “Metallo non metallo”
2004 – Ci lascia il cantautore Silverio Pisu
2011 – I Subsonica pubblicano il singolo “Istrice”
2012 – Marcella Bella divulga l’album “Femmine bella”
2014 – Clementino e i Negrita duettano sulle note di “Buenos Aires – Napoli”
2016 – Alessandra Amoroso è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Stupendo fino a qui”
2017 – “Niente è impossibile” di Chiara Grispo è nella Top 20 di EarOne

*Il personaggio del giorno: Malika Ayane

Malika AyaneTrentaquattro candeline per Malika Ayane, una delle nostre attuali migliori interpreti. Appassionata di musica sin da piccina, debutta nel prestigioso coro delle voci bianche del Teatro della Scala di Milano, parallelamente si iscrive al conservatorio dove approfondisce lo studio del violoncello. Il 2007 è l’anno della svolta, con la firma di un contratto discografico in esclusiva con la Sugar Music di Caterina Caselli, che produrrà l’anno successivo il suo primo omonimo album. La consacrazione arriva con la partecipazione alla 59esima edizione del Festival di Sanremo, con il brano “Come foglie”. Tra i pezzi che arricchiscono la sua discografia, ricordiamo anche: “Ricomincio da qui”,Thoughts and clouds”, “Tre cose”, “Il tempo non inganna”, “Hello” con Cesare Cremonini, “E se poi”, “Niente”, “Adesso e qui (nostalgico presente)” “Senza fare sul serio”, “Tempesta” e “Lentissimo”. 

**La canzone del giorno: Stupendo fino a qui

 

“…Probabilmente chiara come il sole
la mia tendenza alla continuità
contraria a tutte le tue aspettative
sto qua
tu vuoi una rosa che non abbia spine
ma non è questa la normalità
ci si innamora di una imperfezione
io resto qua
per te sarò sbagliata
ma resto qua

Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo
credo in poche cose
ma ci credo fino in fondo
amo irresponsabilmente tanto
che non riesco a smettere
sinceramente
io rivoglio tutto
i passi falsi a litigare
fari di una macchina
la casa in cui abitare
stringerti ed avere la certezza
che ti sto per perdere
un’altra volta
stupendo fino a qui
stupendo fino a qui

Probabilmente non c’è più confine
ogni bugia diventa verità
un compleanno senza candeline
io resto qua
lo so sono sbagliata
ma resto qua
vivo ogni secondo come l’ultimo secondo
credo in poche cose
ma ci credo fino in fondo
amo irresponsabilmente tanto
che non riesco a smettere
sinceramente
io rivoglio tutto, i passi falsi e litigare
fari di una macchina
la casa in cui abitare
stringerti ed avere la certezza
che ti sto per perdere
un’altra volta
stupendo fino a qui

Io rivoglio tutto
i giorni i sogni a ricucire
fari di una macchina
la casa in cui abitare
stringerti ed avere la certezza
che ti sto per perdere
un’altra volta
stupendo fino a qui
l’ultima voltastupendo fino a qui…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *