Almanacco musicale del 7 ottobre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 7 ottobre

1942 – Nasce a Milano il compositore Andrea Lo Vecchio
1967 – Nasce a Scafati il cantautore Giovanni Pellino, in arte Neffa*
1978 – Adriano Celentano è primo in classifica con “Ti avrò”
1988 – Lucio Battisti rilascia il disco “L’apparenza”
1991 – Nasce a Roma la cantante Carolina Rey
1992 – Ci lascia Daolio, cantante e co-fondatore dei Nomadi
1992 – “Il paese dei balocchi” di Edoardo Bennato è tra i brani più trasmessi di in radio
2001 – Laura Pausini debutta in classifica con “E ritorno da te”
2002 – Ci lascia il cantautore Pierangelo Bertoli
2005 – Anna Tatangelo lancia il singolo “Qualcosa di te” 
2009 – Morgan incide la cover “Io non vivo senza te” di Pino Donaggio
2011 – Giusy Ferreri incide “Noi brave ragazze”
2012 – “Ora” di Jovanotti è uno dei brani più venduti**
2013 – Levante rilascia il singolo “Memo”
2014 – Chiara Galiazzo pubblica l’album “Un giorno di sole”
2015 – I Thegiornalisti incidono il singolo “Fine dell’estate”
2016 – Briga lancia il disco “Talento”
2016 – Dente pubblica il disco “Canzoni per metà”
2017 – Gianni Morandi incide “Dobbiamo fare luce”

*Il personaggio del giorno: Neffa

Cinquantuno candeline sulla torta per Giovanni Pellino, in arte Neffa, cantautore che nel corso della si è speso prima nella scena hip hop, per poi approdare al pop. Tra le canzoni che arricchiscono il suo repertorio, ricordiamo: “Aspettando il sole”, “La mia signorina”, “Prima di andare via”, “Quando finisce così”, “Le ore piccole”, “Come mai”, “Lady”“Il mondo nuovo”, “Cambierà”, “Passione”, “Lontano dal tuo sole”“Molto calmo”, “Dove sei”, “Quando sorridi”, “Per sognare ancora”, “Sigarette”, “Colpisci” e “Sogni e nostalgia”.

**La canzone del giorno: Ora

 “…Dicono che è vero che quando si muore poi non ci si vede più
dicono che è vero che ogni grande amore naufraga la sera davanti alla tv
dicono che è vero che ad ogni speranza corrisponde stessa quantità di delusione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più
ora

Dicono che è vero che quando si nasce sta già tutto scritto dentro ad uno schema
dicono che è vero che c’è solo un modo per risolvere un problema
dicono che è vero che ad ogni entusiasmo corrisponde stessa quantità di frustrazione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più
ora

Non c’è montagna più alta di quella che non scalerò
non c’è scommessa più persa di quella che non giocherò
ora

Dicono che è vero che ogni sognatore diventerà cinico invecchiando
dicono che è vero che noi siamo fermi è il panorama che si sta muovendo
dicono che è vero che per ogni slancio tornerà una mortificazione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più, ora

Non c’è montagna più alta di quella che non scalerò
non c’è scommessa più persa di quella che non giocherò
ora
ora
ora…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.