Daniele Magro stra-vince tutto con "Il senso del mio vivere"

Daniele Magro stra-vince tutto con “Il senso del mio vivere”: tra promessa e realtà

Da anni autore di hit per i big del pop italiano Daniele Magro regala oggi un pezzo di cuore

Daniele Magro è conosciuto dai più per la sua storica partecipazione alla seconda edizione di X-Factor nel 2009 (quando vinse Matteo Beccucci ma fu poi Noemi a sfondare) o, per i meno avvezzi agli antichi ricordi, per le numerose hit scritte per il meglio del pop italiano 2.0 degli ultimi anni. A partire da Emma fino ad Alessandra Amoroso passando per Marco Mengoni, Chiara e Giusy Ferreri, il cantautore siciliano dal 2013 ad oggi ha collezionato importanti e prestigiose collaborazioni autorali nei dischi più popolari della nostra scena musicale.

Qualche mese fa, però, mediante i suoi canali social il giovane autore di Agrigento ha scelto di condividere il ricordo di un avvenimento per lui significativo che ha così raccontato:  “Circa un anno fa ho vissuto una delle esperienze più traumatiche della mia vita. Di ritorno da un pranzo fuori città con tre cari amici un’auto in tutta velocità ha invaso la nostra corsia venendoci addosso. Qualcuno da lassù doveva volerci molto bene e per fortuna ci siamo salvati senza riportare ferite gravi. Nei giorni che seguirono sognai spesso l’incidente. La mia sensibilità era alle stelle, tutto mi faceva ricordare quel brutto momento. Poi però accade qualcosa. In un momento così traumatico come quello ricordo che all’improvviso mi sentì invaso da un insolito benessere, una gioia irrefrenabile, una gratitudine verso la vita che mai avrei pensato di provare”.

Da un’esperienza così forte e segnante per l’esistenza è nata una canzone che, continuando a seguire le parole del suo autore, così ha avuto origine: <<“Non sono mai stato tanto attaccato alla vita” aveva scritto Ungaretti in circostanze sicuramente più drammatiche come la guerra. Eppure sentii di comprendere benissimo. Scrissi di getto questa frase “per quanto questa vita ci abbia deluso, ci sarà sempre un nuovo giorno e va vissuto”.  Avevo una melodia registrata sul telefono da mesi che non trovava le sue parole, eppure voleva fortemente che le trovassi e le scrivessi. Andai in studio e decisi che avrei scritto questa canzone dal titolo “Il senso del mio vivere”. Un omaggio alla vita, alla musica e a tutte le cose che mi hanno salvato quand’ero nel più ostile e freddo posto>>.

Daniele Magro ha, poi, scelto di far ascoltare a tutti i suoi fan la canzone in oggetto tornando a prestare alle sue parole e alle sue note la propria voce. Il risultato è stato un intenso video “casereccio ma onesto” che ha raccolto così tanti consensi ed apprezzamenti da indurre il cantautore ad incidere una versione in studio del brano che è poi stata caricata sulla piattaforma gratuita di Soundcloud (lo potete ascoltare qui) scegliendo di mantenere come propria quell’emozione e quelle parole piuttosto che donarla ad un’altra voce che, forse, avrebbe potuto regalare una maggiore popolarità al brano.

Il fatto è, però, un altro: ho ascoltato casualmente questa canzone per la prima volta qualche giorno fa e sono stato folgorato dalla bellezza di questo pezzo capace di coniugare una riflessione intima, personale e quasi filosofica  sulla vita con un sound estremamente contemporaneo, valorizzato nella sua continua crescita (che per una volta tanto respinge l’elettronica) da una vocalità scura e graffiata capace di comunicare l’emozione delle parole che interpreta che, per forza di cose, meglio non potrebbe capire.

Una grande canzone, a mio giudizio, che sa fare della semplicità il suo punto di forza e che ha il grande pregio di saper raccontare una storia leggibile da diversi punti focali (l’attaccamento alla vita, la gioia esistenziale ma anche una grandiosa storia d’amore). Musicalmente è un brano perfettamente pop e saggiamente collocato sulla scia delle ultime produzioni up-tempo di Magro: meriterebbe decisamente una grande esposizione. Un’esposizione non altrui, sia chiaro. Diamo spazio ai talenti che sanno scrivere e cantare emozioni. Diamo spazio a ragazzi che da anni lavorano nei “dietro le quinte” costruendo successi su successi. Daniè, ce sai fà!

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *