Emis Killa non si sposa più ma pubblica “Linda”

Nuovo singolo per il rapper lombardo

Emis Killa - LindaDoveva essere il giorno del suo matrimonio, come annunciato da lui stesso: “pensavo che questo giorno non sarebbe mai arrivato per me, eppure eccomi qua. Mi sposo”.

Un matrimonio c’è stato ma non è affatto finito bene (in video), Emis Killa, noto rapper milanese, si è preso così gioco di fan e giornalisti pubblicando il 27 ottobre il video del suo nuovo singolo dal titolo “Linda” (sotto il testo completo): un brano dalle sonorità latineggianti in cui l’artista non ha paura di sperimentare, come per altro ha già fatto nella sua carriera spaziando tra sound diversi.

Il singolo arriva un anno dopo l’ultima fatica discografica del rapper, “Terza stagione”, quarto album della sua carriera, certificato da poco disco d’oro dalla FIMI (Federazione Industriale Musica Italiana) per le oltre 25.000 copie vendute, dal quale sono stati estratti i singoli: “Non era vero”, “Cult”, “Dal basso”, “Quello di prima” e “Parigi”.

Il brano, però, tra le righe cela il racconto di un rapporto di dipendenza dalla cocaina (“Mi sono innamorato di una chica loca, la classica bambina con cui non si gioca, mi avevano avvertito e sono stato idiota con quel vestito bianco mi sembrava innocua“).

TESTO “LINDA”:

Me gusta bere Tequila e matar mi vida con Linda fino a mañana
Soy loco per esta chica,
Sembra una bimba ma ora quei gringo mi sparano
Andale, andale, andale
Mi madre que grida al telefono: llamame, llamame, llamame
Mi sono innamorato di una chica loca
La classica bambina con cui non si gioca
Mi avevano avvertito e sono stato idiota
Con quel vestito bianco mi sembrava innocua
Pensavo avrei vissuto bene assieme a lei
Ma per stare con Linda servono i cojones
Quando vorrei dormire all’alba delle sei
Linda mi tiene sveglio, niente buenas noches
Dovrei lasciarla, porta solo guai
Ma ne sono schiavo, penso solo a noi
Quando è fine settimana
Ci uniamo tutta la mañana
Ci uniamo tutta la mañana sognando di scappare prima o poi
Di partire per non ritornare mai e lasciarci tutti dietro
Hasta luego
Me gusta bere Tequila e matar mi vida con Linda fino a mañana
Soy loco per esta chica,
Sembra una bimba ma ora quei gringo mi sparano
Andale, andale, andale
Mi madre que grida al telefono: llamame, llamame, llamame
Per te farei di tutto ma non sei conmigo
Io che ero un bravo chico ora sono un bandito
So che finirò male come ogni tuo tipo
Che sia finito in cella oppure desaparecido
Ora che per la calle parlano di noi
Se sento le sirene corro come Pablo
Come ogni uomo immerso nei pensieri suoi
Non parlo molto ma più sto con te più hablo
Con te neanche del diablo tengo miedo
Ma ora quei gringo mi sparano dietro e
mi gridano: cabron, stai fermo, te mato
E adesso che mi hanno beccato mi sa che sono fatto per
davvero chiuso dentro queste sbarre senza amigos e senza dinero
E ancora te quero
Me gusta bere Tequila e matar mi vida con Linda fino a mañana
Soy loco per esta chica,
Sembra una bimba ma ora quei gringo mi sparano
Andale, andale, andale
Mi madre que grida al telefono: llamame, llamame, llamame
Me gusta bere Tequila e matar mi vida con Linda fino a mañana
Soy loco per esta chica,
Sembra una bimba ma ora quei gringo mi sparano
Andale, andale, andale
Mi madre que grida al telefono: llamame, llamame, llamame
Mi madre que grida al telefono: llamame, llamame, llamame
The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Francesco Cavalli

Vent’anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *