Ermal Meta e Fabrizio Moro: "Al Festival per esorcizzare la sofferenza"

Ermal Meta e Fabrizio Moro: “Al Festival per esorcizzare la sofferenza” – Video conferenza

I due cantautori in corsa per la vittoria della 68esima edizione di Sanremo con “Non mi avete fatto niente”

Atteso ritorno al Festival di Sanremo per Ermal Meta e Fabrizio Moro, a dodici mesi dalla loro precedente e separata partecipazione, in gara quest’anno con “Non mi avete fatto niente”«Abbiamo voluto lanciare un messaggio con una musica leggera, per rendere tutto meno pesante. Mi era giù successo con ‘Pensa’ – racconta Moro – molti bambini hanno conosciuto gli eroi che hanno combattuto la mafia grazie alla mia canzone, questo è l’obiettivo più elevato per chi come noi fa musica. Personalmente avevo paura, perché ci tenevo molto a questa collaborazione, ma poi è venuto tutto molto naturale, si sono incastrate una serie di cose ed è venuto fuori tutto quello che avete sentito».

«Bisogna affidarsi sempre più al presente per avere maggiore speranza nel futuro – aggiunge Ermal Meta – e tutto passa dall’istruzione, perché solo attraverso l’istruzione formiamo i nostri bambini che saranno gli uomini di domani. Tutto ciò che accade ti toglie qualcosa ma nel contempo ti regala qualcosa, quando noi cantiamo ‘Non mi avete fatto niente’ è un modo per esorcizzare la sofferenza, le nostre canzoni nascono perché non riesci a tenerti più dentro le cose. Fabrizio ha delle caratteristiche nelle corde vocali molto particolari – racconta Ermal – è come se avesse tre-quattro voci dentro, ci sono delle parti che avrebbe potuto cantare solo lui e che io non avrei potuto interpretare allo stesso livello».

Riguardo alle polemiche degli ultimi giorni, dichiarano: «Come tutti sapete abbiamo preso spunto da un piccolo pezzo finale di una canzone già esistente, insieme ad Andrea Febo ci siamo chiusi in studio e abbiamo creato in maniera totalmente spontanea. Una cosa è certa, le nostre strade si incroceranno nuovamente in futuro, scriveremo sicuramente ancora qualcosa insieme».

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *