Federica Abbate e Marracash insieme in “Pensare troppo mi fa male” – Testo

Nuovo singolo per la cantautrice in collaborazione con il rapper di Barona

È online da venerdì 4 maggio, su tutte le piattaforme digitali, il nuovo singolo di Federica Abbate feat. MarracashPensare troppo mi fa male”.

Si tratta di un brano electro-pop di una certa intensità, scritto dalla stessa Federica Abbate e prodotto dal duo dei record Takagi & Ketra, dove le sonorità e i drop coinvolgenti s’intrecciano al flow delle rime di Marracash. Non è la prima volta che si avvera questa collaborazione: era stato proprio Marracash a introdurre Federica nel mondo della musica, coinvolgendola nei feat dei brani scritti con lei “In radio” e “Niente canzoni d’amore”. Oggi, dopo l’avvio della sua carriera da cantautrice inaugurata con il singolo “Fiori sui balconi”, Federica sceglie per il suo primo featuring proprio l’artista che l’ha battezzata.

«”Pensare troppo mi fa male” – commenta Federica Abbate – è un brano dove ironizzo su uno dei miei difetti maggiori (che è anche un difetto generalmente femminile) cioè la tendenza a costruire delle ragnatele di pensieri in cui si rimane spesso intrappolati come in un loop. È un invito ad essere meno cerebrali e lasciare più spazio all’istinto. Ho voluto Marra con me perchè è stato insieme a lui che ho iniziato il mio percorso dall’autorato al cantautorato. Con lui ho iniziato a calcare i primi palchi e a cantare sotto forma di feat. le mie prime canzoni”.

Federica Abbate è considerata la “penna di platino” del nuovo pop italiano con oltre 400 milioni di views sul web. Inoltre, insieme a Takagi & Ketra, nomi d’arte di Alessandro Merli e Fabio Clemente, Cheope, Angelo Rogoli (ovvero Biggie Bash, cantante dei Boomdabash) e Angelo Cisternino (Blazon, dj e beatmaker del gruppo), ha firmato di recente il brano “Non ti dico no cantato da Loredana Bertè con i Boomdabash.

Testo:

Dormo con gli scheletri nel letto
E non mi guardo quasi più allo specchio
Mi rimangio tutto quello che ti ho detto
Non so se lo rifarei adesso che ci penso
Dentro questa stanza l’aria è stanca di stare con me
Bevo un bicchiere di troppo anche se non lo reggo
Così spengo prima il cervello

Pensare troppo mi fa male (male)
Finisce sempre che poi penso a te
Che non ti sento più da settimane
Giusto il tempo di sparire
E non ci riesco a respirare
Non è il mio fiato che mi manca entro
E avrei bisogno di staccare
(Marracash)
Pensare troppo mi fa male

(Marracash)
Non sono sotto un treno, sono sotto tutta trenitalia
Ho messo mano sulla coscienza e me l’ha morsicata (ahah)
E costruito la mia prigione da solo come Pablo
Sempre fatto però l’hangover dopo è più lungo dello sballo
Io, me e nessun altro nello spazio: Star-Lord
Lei mi grida sei un bastardo, sempre in guerra: StarWars
Tutti quei discorsi tra noi (noi)
Le promesse che poi (poi)
Già non valgono un cazzo proprio come i bitcoin

Dentro questa stanza che ha l’aria sfatta quasi quanto me
Mi addormento guardando le previsioni del tempo
Ed è già passato un altro inverno

Pensare troppo mi fa male (male)
Finisce sempre che poi penso a te
Che non ti sento più da settimane
Giusto il tempo di sparire
E non ci riesco a respirare
Non è il mio fiato che mi manca entro
E avrei bisogno di staccare
Pensare troppo mi fa male
(ahah)
(Marracash)
Pensare troppo mi fa male
(Bella Fede, non pensarci troppo)

E avrei bisogno di parole
Quelle belle che si gridano gridano
A squarcia gola nella notte
Che fanno un eco senza fine
E non ci riesco a respirare
Non è il mio fiato che mi manca entro
E avrei bisogno di staccare
Pensare troppo mi fa male

The following two tabs change content below.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.