Federica Carta torna in radio con “Amarsi è una cosa normale” – Testo

Nuovo singolo prima degli opening act di Laura Pausini per il Fatti Sentire World Tour

Federica Carta, reduce dal successo radiofonico di “Sull’orlo di una crisi d’amore” interpretato insieme ai La Rua che ha raggiunto quasi 4,5 milioni di views su YouTube, torna in radio da venerdì 21 settembre con “Amarsi é una cosa normale“.

Il brano scritto da Alessandro Raina e Davide Simonetta, è il quarto estratto da Molto più di un film (qui la nostra recensione), l’ultimo album pubblicato in aprile che ha segnato il ritorno di Federica a poco meno di un anno dall’uscita dell’album di debutto Federica (qui la recensione) e dopo la collaborazione con Shade nel singolo “Irraggiungibile” (certificato Doppio Disco di Platino).

Per l’artista questo è stato un anno ricco di impegni e soddisfazioni: da gennaio ha presentato il programma di Rai Gulp “Top Music”, appuntamento musicale con le classifiche ufficiali Fimi/GfK della musica più venduta in Italia. Inoltre, ha pubblicato un libro e ha collaborato con Disney Channel Italia per la nuova e attesissima serie tv Penny On M.A.R.S., interpretando insieme alla protagonista Olivia-Mai Barret il brano “Rain and shine – Ci sarò ci sarai”.

Dal 17 settembre, invece, è tra gli opening act di Laura Pausini per Fatti Sentire World Tour che, dopo le date al Mediolanum Forum di Assago, proseguirà in tutta la penisola nei palazzetti dello sport.

Queste le date annunciate con la presenza di Federica:

  • 17 settembre – RIMINI – RDS STADIUM
  • 22 settembre – VERONA – ARENA
  • 25 settembre – EBOLI (SA) – PALA SELE
  • 30 ottobre – ROMA – PALALOTTOMATICA

Testo:

Troppe chiamate perse
E queste stanze vuote forse
Parlano di te
Mi parlano di te, ora
Troppe destinazioni
Non raggiunte in queste borse
Cerco un mondo che
Nemmeno forse c’è
Ma qualcosa inventerò
Per trovarti, per dirti che c’è un modo di non rovinarsi più
Qualcosa leggerò
Nel futuro che adesso ci sta venendo addosso
Non credo nelle favole
Se ci sono regole
Dimmi che
Dimmi che sai distinguere il bene dal male
Mandami una lettere lunga mezza pagina
Scrivimi, scrivimi che amarsi è una cosa normale
Queste giornate corte e queste sigarette spente
Parlano di te
Mi parlano di te ora
E di qualcosa che non so come dirti
Per dirti che c’è un modo di non evitarci più
Qualcosa troverò
Sotto un cielo che adesso ci sta candendo addosso
Non credo nelle favole
Se ci sono regole dimmi che
Dimmi che sai distinguere il bene dal male
Mandami una lettere lunga mezza pagina
Scrivimi, scrivimi che amarsi è una cosa normale
Perdersi, a volta non aiuta a perderci
Se bastano due occhi a renderci complici
Ogni volta che ti vedo
Perdersi, si scrive quasi come perderti
Ma mentre scrivi vengo a prenderti, prenderti
Vengo a prenderti l’anima
Non credo nelle favole
Se ci sono regole
Dimmi che
Dimmi che sai distinguere il bene dal male
Mandami una lettere lunga mezza pagina
Scrivimi scrivimi che amarsi è una cosa normale
Perdersi, a volta non aiuta a perderci
Se bastano due occhi a renderci complici
Ogni volta che ti vedo
Perdersi si scrive quasi come perderti
Ma mentre scrivi vengo a prenderti, prenderti
Vengo a prenderti l’anima

The following two tabs change content below.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.