Leonardo Angelucci: “Sedile posteriore” è il singolo che anticipa il suo primo album!

La convivenza m’ha già messo l’ansia
E devo pure sfogarla in qualcosa

(Sedile posteriore)

La modernità ha regalato, inutile a dirlo, tanta innovazione dal punto di vista tecnologico e non, portando però a un appiattimento e a una saturazione dei rapporti. Non si stava meglio quando incontrarsi sul sedile posteriore di un’auto rappresentava uno dei punti focali dell’amore? Parla proprio di questo Sedile posteriore, il nuovo singolo di Leonardo Angelucci fuori da ieri sulle piattaforme digitali (sotto etichetta Alka Record Label) che anticipa il primo album, dal titolo Questo frastuono immenso.

Più precisamente, il cantautore rock scapigliato parla di come la ricerca quasi obbligata di attenzione e di approvazione ci abbia portato a una esagerata esposizione di noi stessi, causata anche dalla società attuale, che deve vederci per forza protagonisti a tutto tondo della vita dell’altro. Il risultato quindi sono rapporti di plastica privi di qualsiasi trasporto. L’invito è quindi quello di staccare la cintura di sicurezza e recuperare le sfumature, piccole o grandi, che in un rapporto sanno fare la differenza.

Conosciuto anche come Leo Wolf, Leonardo Angelucci proviene dalla provincia di Roma ed è fondatore dei Black Butterfly e della Folk Prog band Lateral Blast, con le quali ha prodotto tre dischi e raccolto soddisfazioni importanti come molteplici live su palchi, club italiani ed esteri e vari riconoscimenti.

Da quando ha iniziato il suo percorso solista di stampo cantautorale dall’animo rock, ha pubblicato nel maggio dello scorso anno il suo primo EP, Contemporaneamente, sempre con la Alka Record Label di Ferrara. Da questo progetto sono stati estratti tre video clip (Contemporaneamente, Calamite e Capigliature), è stato promosso con numerosi concerti tra cui le aperture di live importanti come Coez, Giorgio Canali, Leo Pari, Daniele Coccia e Roberto Billi. Prestigiosi anche i riconoscimenti ottenuti, tra cui il Roma Videoclip 2017 con il premio del pubblico per il video clip di Capigliatura.

Testo e musica di Sedile posteriore sono stati curati da Leonardo in persona, mentre la produzione artistica (compresa quella dell’album) porta la firma di Manuele Fusaroli (già produttore per Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Luca Carboni, Nada, Andrea Mirò, Teatro Degli Orrori) insieme alla Massaga Produzioni. Il video clip invece è stato diretto e montato da Marco Mari, fotografia e color correction di Andrea Vitiello, e grafiche e vfx a cura di Giuseppe Bravo.

Tutto pronto quindi per Questo frastuono immenso, che si prospetta uno degli album emergenti più interessanti di prossima uscita.

TESTO di Sedile posteriore:

Siediti qui se hai coraggio
Su quel letto fatto di neve
Con il tuo seno nudo bagnato
Come facciamo tutte le sere
Guarda che ho un’altra canzone
Oggi non sono più uscito di casa
La convivenza m’ha già messo l’ansia
E devo pure sfogarla in qualcosa
Non mi parlare di ieri
Ho già la vita troppo confusa
Dai risolviamola in un altro modo
Andiamo fuori e facciamo la spesa
Ritorniamo stanotte alle cinque
Guidi tu che io sto troppo male
Se riesco a non addormentarmi
Ho già pensato dove parcheggiare

Sedile posteriore finché non esce il sole
Senza più respirare e vetri da appannare
Sedile posteriore significava amore
Al buio a riscoprire un modo per sudare
Sedile posteriore con le ginocchia in gola
E un crampo fisso al cuore lungo una mezz’ora
C’è un albero motore da cui ho raccolto un fiore
Lo coltiviamo adesso senza le cinture

Guarda, non sono un tipo qualunque
Ho già la vita che mi fa del male
Quindi ascolta, se vuoi lamentati
Ma i tipi viscidi lasciali stare
Sennò scrivo altre venti canzoni
Non ho tempo di starmi a incazzare
Poi le ascolta per prima mia madre
E non la voglio far preoccupare.
Io e te da sempre ci parliamo poco
Non mettermi questo a verbale
Anche se è strano perché non direi
Dall’ultimo voto nella prova orale
Quindi adesso sai bene che fare
Sul materasso per memorizzare
La posizione del nostro amore
Come sul sedile posteriore

Sedile posteriore finché non esce il sole
Senza più respirare e vetri da appannare
Sedile posteriore significava amore
Al buio a riscoprire un modo per sudare
Sedile posteriore con le ginocchia in gola
E un crampo fisso al cuore lungo una mezz’ora
C’è un albero motore da cui ho raccolto un fiore
Lo coltiviamo adesso senza le cinture
Sedile posteriore finché non esce il sole
Senza più respirare e vetri da appannare
Sedile posteriore significava amore
Al buio ad inventare un modo per sudare
Sedile posteriore con le ginocchia in gola
E un crampo fisso al cuore lungo una mezz’ora
C’è un albero motore da cui ho raccolto un fiore
Lo coltiviamo adesso senza le cinture, senza le cinture.

Vuoi restare collegato con Leonardo Angelucci per scoprire tutte le sue ultime novità? Ecco i link utili per farlo:

The following two tabs change content below.

Andrea Picariello

Ventenne salernitano, music addicted, comunicatore e social media manager. Attualmente impegnato come consulente social per Radio Castelluccio. Quasi giornalista di forma, già giornalista in sostanza.

Andrea Picariello

Ventenne salernitano, music addicted, comunicatore e social media manager. Attualmente impegnato come consulente social per Radio Castelluccio. Quasi giornalista di forma, già giornalista in sostanza.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.