#NMR Tour 2018: i dettagli della conferenza stampa di Nek, Max, Renga

#NMRTour 2018: tutti i dettagli della conferenza stampa di Nek, Max Pezzali e Francesco Renga

Tutti i dettagli svelati durante la conferenza stampa di presentazione

Si è volta stamane in quel di Milano la conferenza stampa più attesa (e misteriosa) del mese di settembre. Presentato come “un grande progetto live” solo negli ultimi giorni è arrivata a noi addetti stampa l’indicazione degli artisti coinvolti e solo questa mattina tutto è risultato più chiaro.

Nek, Max Pezzali Francesco Renga hanno presentato, senza che nessuno potesse davvero immaginare, il singolo inedito Duri da battere, il brano che li vede collaborare come trio per la prima volta in carriera. Ma i tre artisti hanno in programma soprattutto una lunga serie di concerti live volti a celebrare sommariamente i circa 25 di carriera di ognuno. Ecco cosa hanno raccontato alla stampa stamane:

  • Duri da battere è un brano nato da un’idea di Max Pezzali nel 2016. Il cantautore non riusciva, però, a chiudere la canzone in nessun modo finché non ha pensato all’ipotesi di un duetto a più voci. Il singolo è prodotto naturalmente da Claudio Cecchetto che da anni collabora con Pezzali.
  • Tema del brano è l’umanità, intesa inizialmente in modo del tutto generale ed universale, anche se poi è diventata via via sempre più personale e, in qualche senso, autobiografica.
  • Il messaggio del lyric video già reso disponibile (qui per vederlo) è quello che non esistono razze nè colori quando si parla di sogni. Il videoclip ufficiale del brano non è ancora stato girato quindi non sarà disponibile a brevissimo.
  • L’idea di dare vita ad un tour live è nata in modo spontaneo e naturale: il pubblico di entrambi gli artisti sono trasversali e considerabili come dei sottoinsiemi che si intersecano tra loro. Gli amici a cui Francesco Renga ha raccontato l’idea erano entusiasti del fatto che Pezzali e Nek fossero coinvolti nel progetto.
  • Questa collaborazione nasce unicamente in nome dell’amicizia che unisce i tre artisti e non per logiche di marketing. La volontà principale è quella di dare al pubblico un’occasione unica ed irripetibile per assistere ad un live mai più replicabile nel corso della vita. Per di più quest’esperienza rappresenta la possibilità sia per gli artisti che per il pubblico per vedere qualcosa totalmente inedito.
  • Durante lo show Nek, Renga e Pezzali saranno costantemente sul palco insieme: non ci saranno momenti singoli. Ognuno porterà in scena il proprio repertorio che sarà, però, interpretato insieme agli altri costruendo nuovi arrangiamenti. Sarà, quindi, un’occasione per vedere dei grandi successi interpretati in modo diverso fatto che costituirà il fil rouge dell’evento.
  • Ci sarà un’unica band condivisa per l’intera serata. Nek potrebbe suonare il basso ma non è ancora definito chi sarà incaricato della direzione artistica dello show.
  • Non c’è alcun modello a cui ci si è ispirati per l’occasione anche se il tour che vide insieme Jovanotti, Luca Carboni, Eros Ramazzotti e Pino Daniele sicuramente ha dato uno stimolo positivo.
  • L’evento non rappresenta in alcun modo una possibilità per riempire i tempi morti che separano ciascun artista dalla pubblicazione dei rispettivi lavori discografici solisti ma un modo particolare ed unico per ringraziare il pubblico per questi anni di carriera offrendo la possibilità di vedere insieme 3 artisti in un unico live.
  • Non è esclusa la possibilità di realizzare congiuntamente un vero e proprio album anche se per il momento non è un’idea già in agenda. Si vedrà se l’ispirazione li porterà verso quella direzione.
  • Tra le date annunciate non ci sono Roma e Milano in quanto l’organizzazione ha in serbo delle sorprese che potrebbero concretizzarsi con due appuntamenti a San Siro e all’Olimpico nel caso in cui la tranche del prossimo gennaio-febbraio dovesse dare un riscontro positivo. Se ne parlerebbe, comunque, per una stagione più calda.
  • La settimana che va dal 3 al 12 febbraio non ci sono date live in programma fatto che fa pensare ironicamente alla possibilità di una comparsa in quel del Festival di Sanremo 2018 come ospiti o, addirittura, co-conduttori. I tre artisti, però, si rivelano del tutto all’oscuro dei piani e del perchè in quei giorni non sia in programma nulla.
The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un’altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere.
Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *