Nuovi singoli, settimana 46 del 2018: tornano Vasco e Francesca Michielin

Le recensioni di tutti i nuovi brani in rotazione musicale

  • POSSO – Carl Brave e Max Gazzè

Un brano che odora molto più di Max Gazzè che del giovane e buon Carl Brave che già durante la scorsa estate ci ha tenuta parecchia compagnia con la sua “cantantissima” Fotografia. La produzione ultra-effettata disturba, forse, l’ascolto limitandone probabilmente anche la resa del rapper che, comunque sia, ha il suo perchè anche dal punto di vista vocale. Gazzè, poi, si dimostra come al solito l’abituale fuoriclasse riuscendo a conquistare con un ritornello martellante ed una orecchiabilità innegabile. Quando c’è di mezzo Gazzè difficilmente il pezzo non funziona e non costituisce un qualcosa di davvero interessante. VOTO: 7.5

  • LUNAPARK – Davide PetrellaDavide Petrella

E’ sempre particolarmente contemporaneo ed attuale Davide Petrella che nel suo linguaggio musicale sa sempre fornire i migliori spunti di riflessione per comprendere l’oggi. In questa nuova occasione il cantautore partenopeo adotta una produzione spinta verso l’estremo del suo essere tutto sommato pop. Ad oggi Davide è ancora orfano del suo pezzo della vita ma, ad ogni nuova esperienza come cantante, continua a stupire. Rimane una delle migliori realtà dell’oggi anche se, forse, deve ancora trovare la vera quadratura del cerchio per quanto riguarda se stesso. VOTO: 6-

  • FEMME – Francesca Michielin

Doveva essere uno degli inediti del suo ultimo album ‘2640’ ma poi il tema non aveva convinto la giovane cantautrice veneta ad inserirlo in tracklist. Sembrava che proporre una canzone particolarmente femminista non sembrasse una buona scelta per stimolare il rispetto dei diritti femminili che, a detta della sua autrice, dovrebbero essere riconosciuti a prescindere da una canzone. Le vendite dell’album, però, hanno convinto, forse, lei ed il suo staff a dare una nuova accelerata che solo un inedito poteva effettivamente dare. La canzone viene rivista e remixata da Bruno Bellissimo che la rende tutta dance non riuscendo, comunque, a renderla la nuova bomba radiofonica della band. In questo caso, spiace dirlo, ma manca davvero la canzone. VOTO: 5

  • ERO POLVERE – Gatto Panceri

E’ probabilmente uno dei brani più belli dell’ultimo album d’inediti di Gatto Panceri che dopo tanti anni di assenza è tornato a farsi sentire con un progetto che meriterebbe davvero parecchia attenzione in più. Il cantautore lombardo tira fuori tutta la sua abilità autorale creando un interessante mix tra un testo romantico e intimo ed una melodia sporcata di accenni di modernità che, poi, si riflettono anche nel bel arrangiamento. Una canzone che, fosse stata interpretata da uno dei grandi nomi mainstream d’oggi, avrebbe fatto sfracelli. VOTO: 7.5

  • TU MAI – Gatto Panceri

Va di moda ultimamente il lancio di un doppio singolo radiofonico ed ecco che anche Panceri cade in questa (poco sensata) logica commerciale proponendo un secondo inedito che, rispetto al precedente, si rivela più movimentato, elettronico e spinto verso il ritmo. La contrapposizione non è tra le più nette ma, ad ogni modo, la proposta tra i due brani risulta quanto mai differente. Sarò, forse, eccessivamente nostalgico ma il romanticismo dell’altro brano non ha paragoni. VOTO: 6+

  • IL TEMPO DI MORIRE – Mina

Non è una novità sentire Mina cantare Lucio Battisti ma è innegabile che si tratti, tutte le volte, di un immenso piacere per l’udito. Sua Maestà La Voce torna ad incrociare per la prima volta nella sua carriera questo brano di Sua Maestà La Scrittura. Che altro si può dire? E’ gioia per chiunque ami davvero la musica, la bella voce della Tigre di Cremona e la scrittura dell’immenso cantautore. Arrangiamento tradizionale e potenza vocale sempre perfettamente in forma per il ricordo di Battisti nel ventennale della sua scomparsa. VOTO: 8.5

  • CHI L’HA DETTO – Raffaella Carrà

E’ il ritorno di una superstar che si concede nuovamente al pubblico per mezzo del Natale. Il disco natalizio della Raffa nazionale si arricchisce di questo brano inedito scrittole dal giovane e talentuoso Daniele Magro che non può che assecondare la dolcezza del tema e della vocalità che si ritrova a cantare il tutto. Il risultato è un po’ quel che è nel senso che era difficile immaginare qualcosa di troppo diverso da questo. Il punto è: era assolutamente necessario inserire un inedito nel progetto? Se la risposta è sì allora era difficile richiedere qualcosa migliore di questo. VOTO: 6

  • FIGURATI NOI – Shade e Emma Muscat

I duetti hanno sempre portato particolarmente fortuna al genere rap che, da sempre, ha particolarmente bisogno di un aggancio pop (magari con una bella voce femminile) per conquistare il mondo mainstream e la rotazione radiofonica. Shade c’era già riuscito con Federica Carta e ci riprova anche con la Muscat che conserva quella caratteristica di limpidezza già propria della precedente partner. Potrebbe funzionare anche in questo caso, in effetti alla canzone non manca nulla. VOTO: 6.5

  • LA VERITA’ – Vasco Rossi

Si aspettava questo singolo del Blasco da un anno quasi come dovesse essere quell’album d’inediti che, in realtà, manca da più di quattro anni. L’attesa, alla fine dei conti, non viene delusa anche perchè il rocker di Zocca non si prende troppi rischi mantenendosi fedele a se stesso pur concentrandosi su di un tema decisamente più filosofico e astratto rispetto alle sue ultime opere. Decisamente più rock rispetto alla bella ‘Come le favole’ che aveva rappresentato l’ultimo successo di Vasco. E’ un altro bel pezzo ma “la verità è che ce ne è sempre una di migliore”VOTO: 7

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.