Sanremo 2017: la scheda di Alessio Bernabei, tutto quello che c'è da sapere - Recensiamo Musica

Sanremo 2017: la scheda di Alessio Bernabei, tutto quello che c’è da sapere

Alessio Bernabei in “Noi siamo infinito” a Sanremo 2016

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Il giovane artista laziale arriva all’edizione numero 67 del Festival di Sanremo dopo aver partecipato anche alle ultime due edizioni. Nel 2015 aveva esordito alla kermesse come leader dei Dear Jack, ultima scoperta di Amici di Maria de Filippi, con il brano Il mondo esplode tranne noi con cui aveva ottenuto il 7° posto finale dietro al vittorioso “Grande amore” de Il Volo. L’anno seguente, il 2016, era tornato all’Ariston da solista per presentare Noi siamo infinito con cui dava inizio al suo percorso indipendente dalla band da lui formata ottenendo il 14° posto finale dietro a “Un giorno mi dirai” degli Stadio trionfatori dell’edizione.

IL BRANO:

Per il suo secondo Festival da solista Alessio Bernabei porta in gara Nel mezzo di un applauso affidandosi nuovamente alle parole di Roberto Casalino che, poi, ne firma anche la musica insieme a Dario Faini e Vanni Casagrande.

COME NE PARLA LA STAMPA:

“Alessio pensa positivo, non c’è tristezza, ma felicità, visto che “l’universo intero applaude noi” ed è una bella impresa. Sembra la canzone dell’anno scorso, “Noi siamo infinito”. 5,5” [Gabriella Mancini, Gazzetta.it]

“Non capisco più Alessio Bernabei e il suo mondo” [Marco Mangiarotti, QN]

“L’ex frontman dei Dear Jack approda tra i big (?) con Nel mezzo di un appaluso. Perché? Voto: 4” [Simona Voglino Levy, Libero]

“Già un record, esattamente in linea con le conduzioni di Carlo Conti, per la terza volta consecutiva al festival, le ultime due come solista, per portare uno scadente pezzo dance” [Gino Castaldo, La Repubblica]

“Ripescaggio comprensibile solo con le logiche delle cordate” [Marco Molendini, Il Messaggero]

“Poi c’è il ramo elettrodance. Alessio Bernabei (nel 2016 l’album e il singolo più venduti di Saneremo) si ripete con Nel mezzo di un applauso” [Paolo Giordano, Il giornale]

“Ci riprova costantemente l’ex leader dei Dear Jack ad affermare la sua carriera da solista all’Ariston. Non si capisce dove vada a parare la canzone, ma in radio funzionerà. Ritmata” [Angela Calvini, Avvenire]

“Per finire Alessio Bernabei con “Nel mezzo di un applauso” dalla ritmica dinamica ma che lascia perplessi. Il tutto a primo ascolto, ovviamente. Perché poi sul palco, vestite di arrangiamenti orchestrali e di live, possono capovolgere qualsiasi tipo di primo commento” [Rita Vecchio, Il Messaggero]

“Il mistero della predilezione di Conti per Bernabei, ex vocalist dei Dear Jack, continua: perché «Nel mezzo di un applauso» è la versione 17 di «Noi siamo l’infinito». Ma non avevamo già dato?” [Marinella Venegoni, La Stampa]

“«Nel mezzo di un applauso» – Più o meno «Noi siamo infinito» capitolo due. La dimostrazione di quanto sia difficile realizzare un sequel all’altezza del precedente” [Paolo Biamonte, Il secolo XIX]

“Ricordi quanto il suo pezzo dell’anno dell’anno scorso Noi siamo infinito somigliasse a una canzone di Nek? Ebbene, anche la canzone di quest’anno di Bernabei assomiglia a un pezzo di Nek, con tutta una base edm che parte e non finisce più. Indice karaoke: 2 sopra i 30, 10 sotto i 30” [Maria Elena Barnabi, Cosmopolitan]

“E quello ‘da applausi’ di Alessio Bernabei che ‘Nel mezzo di un applauso’ canta <<l’universo intero applaude noi…>>” [Adnkronos]

“Non c’è due senza tre. Alessio Bernabei, dopo aver partecipato lo scorso anno al Festival di Sanremo, tornerà anche quest’anno all’Ariston e porterà con sé un brano dalle sonorità pop che si porrà l’obiettivo di raccontare l’amore e la sua essenza. Voto: 6” [Lorenzo Cappiello, Tanto di Cappiello]

“Ancora una volta Bernabei vuole conquistare le radio. Il ritornello di Nel mezzo di un applauso è quasi dance e sicuramente farà ballare tutti. Ha un ritmo travolgente. VOTO: 7” [Giovanni Ferrari, Panorama]

“Resta confinato nel mondo scelto da quando è solista, e cioè una dance leggera con piccoli accenni elettronici e “coretti folla compatibili”. Il problema è che da un Sanremo all’altro non si registra alcuna evoluzione anche se è indubbio che il pubblico delle adolescenti lo amerà sempre più e gli altri meno. FRASE: “Se vuoi trovarmi cercami nell’imprevisto”. VOTO: 5–“ [Fabio Fiume, All Music Italia]

“Violini, una cassa dritta simil-dance che cerca il crescendo del ritornello e partire per chissà dove. Bernabei parla della felicità che non è per sempre ma che si può donare a qualcuno, citando tutto il campionario romantico del vento, la pioggia e altro ancora, con l’universo che applaude all’amore dei due protagonisti dei versi firmati Roberto Casalino. A cui non manca qualche battuta ad effetto, tipo “se vuoi trovarmi, cercarmi nell’imprevisto”… Voto 2” [Marco Castrovinci, L’unione sarda]

“Un rapporto difficile fra errori e rimpianti si dipana su tre ritornelli, una strofa e due semistrofe in un mare confuso dove si fatica a trovare capo e coda. “L’universo intero applaude noi”, canta, ma noi non applaudiamo affatto” [Giò Alajmo, Spettakolo]

“Sembra ovvio che un direttore artistico tenda a lasciare un segno sul Festival chiamando artisti che in qualche modo rientrano nel proprio immaginario musicale. Normale, quindi, che se il ciclo di un direttore dura tre anni qualcuno torni sulla scena. Meno normale che Carlo Conti chiami per il terzo anno di fila Alessio Bernabei, perché piuttosto che essere identificato con lui, uno con un po’ di sale in zucca, preferirebbe tatuarsi sulla fronte una svastica tipo Charles Manson” [Michele Monina, Il fatto quotidiano]

“Bernabei continua sulla strada di “Noi siamo infinito”: pop ritmato che ammicca all’EDM, che dopo qualche secondo butta lì un drop, poi rallenta, poi riparte. L’anno scorso era l’infinito, quest’anno è “L’universo intero applaude noi”, perché “Siamo nel bel mezzo di un applauso”. Di cosa parla la canzone: consapevolezza, amore, me, te. In breve: “Noi siamo infinito” 2.0” [Gianni Sibilla, Rockol]

“Canzone che appena inizia pare già sentita. Il brano, molto pop, spinge tanto, a tratti è quasi coatta e da stadio. Il fatto che l’universo intero applauda noi è ricordato da cori e percussioni.” [TV Blog]

“Inizio sexy (poi leggendo il testo capirete perché) per un brano che non lascia respiro e spinge sull’acceleratore. Ancora di più di “Noi siamo infinito”. Ritmo e pop radiofonico” [Andrea Conti, RTL 102.5]

“Dance stile Noi siamo infinito. Tra le più ritmate e appiccicose. La sensazione però è di averla già sentita” [Paola Gallo, Radio Italia]

“Voto: 4” [Mela Giannini, Fare Musica]

“Immagina un film teen, prendi la scena dove lui corre con lei e poi si baciano possibilmente mentre la telecamera gira veloce, possibilmente sotto la pioggia. Poi mettici la base pum pum pum. E goditi la felicità. Sanremo balla. Diciamo che sono quasi sicura che sarà la preferita di Leone ecco. 6” [Silvia Gianatti]

VOTO MEDIO DELLA CRITICA AL PRIMO ASCOLTO: 4.83/10 (21° posizione generale)

POSSIBILITA’ DI VITTORIA PER I BOOKMAKERS: 2.86% (21° posizione generale)

COVER DELLA SERATA DEL GIOVEDI’: Un giorno credi (Edoardo Bennato)


IL NUOVO ALBUM:

Non si hanno ancora notizie riguardo al nuovo album d’inediti che sicuramente arriverà dopo il periodo sanremese e presumibilmente intorno ad aprile.

Tracklist con [autore testo – compositore musica]:

(in aggiornamento)

TESTO DEL BRANO:

NEL MEZZO DI UN APPLAUSO
di R. Casalino – D. Faini – V. Casagrande – R. Casalino
Ed. Universal Music Italia/Universal Music Publishing Ricordi/
LP & Friends – Milano

Stanotte ho aperto
Uno spiraglio nel tuo intimo
Non ho bussato
Però sono entrato piano.
Aspetterò che tu ti senta un po’
Più al sicuro,
Nel frattempo ti canto
Una canzone al buio.
È il tratto fuori dal comune
A vivere nel tempo,
Quella bellezza in cui il difetto
Resta al posto giusto.
Se vuoi trovarmi, cercami nell’imprevisto.
Ho capito che la felicità
Non è per sempre e che
Ti viene data in prestito e
Adesso che è qui con me,
Ho capito perché
Perché possa regalarla
Regalarla a te.
E non c’è pioggia
E non c’è vento che
Può spostare l’epicentro
Dei miei occhi su te,
Può spostare l’equilibrio
Dei miei occhi su te,
Perché siamo
Nel bel mezzo di un applauso.
L’universo intero,
L’universo intero applaude noi.
L’universo intero applaude noi.
Non accontentarti di qualcuno
Solo perché è ovvio,
Come un accordo dissonante
A cui non fai più caso.
Se vuoi incontrarmi,
Cercami nell’imprevisto.
Ho capito che la felicità
Non è per sempre e
Che ti viene data in prestito e
Adesso che è qui con me,
Ho capito perché
Perché possa regalarla
Regalarla a te
E non c’è pioggia
E non c’è vento che
Può spostare l’epicentro
Dei miei occhi su te,
Può spostare l’equilibrio
Dei miei occhi su te,
Perché siamo
Nel bel mezzo di un applauso
L’universo intero,
L’universo intero applaude noi.
L’universo intero,
L’universo intero applaude.
L’universo intero applaude noi.
Sento che rinasco dal tuo stesso petto
Per morire non so dove e non so quando
Nell’abbraccio tuo intravedo meglio tutto
E tutto è stupendo.
Ho capito che la felicità
Non è per sempre e
Che ti viene data in prestito e
Adesso che è qui con me,
Ho capito perché
Perché possa regalarla
Regalarla a te
E non c’è pioggia
E non c’è vento che
Può spostare l’epicentro
Dei miei occhi su te,
Può spostare l’equilibrio
Dei miei occhi su te,
Perché siamo
Nel bel mezzo di un applauso
L’universo intero,
L’universo intero applaude noi.
L’universo intero,
L’universo intero applaude.
L’universo intero applaude noi.
L’universo intero,
L’universo intero applaude

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di “Recensiamo Musica” e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *