Sanremo 2018: le pagelle dei look della seconda e terza serata

Sanremo 2018: le pagelle dei look della seconda e terza serata

ECCO A VOI  LE PAGELLE DEI LOOK DELLA SECONDA E TERZA SERATA DEL FESTIVAL

Mercoledì 7 e Giovedì 8 Febbraio sono andate in onda la seconda e la terza serata del Festival di Sanremo 2018 ed il super team Baglioni, Hunziker e Favino ha ottenuto ancora una volta un ottimo riscontro di pubblico, critica e share, alternando un vincente spettacolo tra Big, Nuove Proposte ed ospiti. Ed eccoci ancora una volta a commentare i look migliori e peggiori di queste serate (qui il link delle nostre pagelle della prima serata)! Di seguito la nostra personale classifica:

SECONDA SERATA

I look migliori:

Foto Ansa

Michelle Hunziker: Per la seconda serata la padrona di casa ha scelto degli splendidi abiti firmati Alberta Ferretti. In vero stile sanremese, decide di puntare sui colori accesi e non sbaglia! I migliori a nostro giudizio sono il primo in rosa shocking e l’ultimo in rosso. VOTO: 9 e mezzo

Pierfrancesco Favino: Sempre più convincente sul palco, stavolta si affida a Salvatore Ferragamo e sceglie la rischiosa strada delle micro paillettes (dall’effetto brillante ma non eccessivo) per il primo abito e nonostante la mancanza della cravatta il risultato è un casual glamour che ci piace. Impeccabile nel secondo cambio in blu chiaro. VOTO: 8 e mezzo

Lorenzo Baglioni: La scelta stilosa e vivace del giovane artista ci ha particolarmente colpito al punto da premiare il suo smoking rosso, allegro, informale e portato con una elegante freschezza che non guasta mai! Le sneakers bianche ci piacciono! VOTO: 8

Claudio Baglioni: Sembra abbia qualche problema con i farfallini dritti….nonostante tutto promosso lo stile elegantissimo e il portamento “principesco” ! VOTO: 7 e mezzo

Nina Zilli: Abito elegante da gran galà con ricami floreali di Vivienne Westwood Couture, adatto alla situazione e al suo fisico. Classe, eleganza e glamour tutte insieme! Promossa! VOTO: 7

Biagio Antonacci: Il suo smoking blu e nero firmato Ermanno Scervino lo valorizza molto! E che gli vogliamo dire…. VOTO: 7

Giulia Casieri: Si presenta in nero con una jumpsuit e pantaloni palazzo a balze che le rendono giustizia. VOTO: 6 e mezzo

I look peggiori:

Annalisa: A malincuore non arriva alla sufficienza stavolta, sembrava cantasse con un grembiule addosso! E poi troppo coperta…malgrado Dsquared2 è rimandata! VOTO: 5 e mezzo

Ron: Bella canzone, bella interpretazione, perché rovinare tutto con un look trasandato e del tutto inelegante? Capelli ossigenati a parte! VOTO: 5

Red Canzian: Probabilmente avrà uno stock di giacche damascate in serie… dopo il rosso/bordeaux è la volta del total black che nonostante tutto lo avrebbe salvato se non fosse stato per la collana in perfetto stile Gomorra. Stupiscici con gli effetti speciali Red..sei ancora in tempo! VOTO: 4 e mezzo

Elio e le Storie Tese: Sembrano aver utilizzato pressoché lo stesso costume della prima sera, con qualche differenza sul trucco…e sul fondotinta! Con la speranza di riuscire a premiarli almeno una volta..per adesso bocciati. VOTO: 4

Alice Caioli: Giovane in gara tra le Nuove Proposte si affida a Patrizia Pepe e opta per il bianco. Ma il risultato è quello di una maxi bomboniera! L’acconciatura non la salva. VOTO: 3 e mezzo

Shaggy: Il suo outfit anticonformista da scappato di casa non ci è piaciuto. Un minimo di rispetto per il palco più importante d’Italia..please!!!! VOTO: 3

Renzo Rubino: Imbarazzantissimo il suo look… forse voleva provare ad essere un pò radical chic, ma il risultato è alquanto indecente! Sembra essersi buttato in un armadio ed uscito fuori con delle cose prese a caso…ah per la cronaca, l’armadio era quello del nonno! VOTO: 2

TERZA SERATA

I look migliori:

Pierfrancesco Favino: Ci propone smoking di classe, dal taglio perfetto, portati con eleganza e assoluta disinvoltura. VOTO: 9

Claudio Baglioni: Ancora una volta il “dittatore” artistico non delude. Le micro paillettes gli danno quel tocco di brillantezza in più, ma senza eccedere più di tanto com’è giusto che sia. VOTO: 8

Michelle Hunziker: Per la terza serata è stata vestita dal marchio di famiglia Trussardi, per questa ragione ci si aspettava qualche effetto speciale in più. Il secondo abito bicolore in particolare le da un aspetto troppo serioso, un pò stile anni trenta che non si addice troppo al personaggio. Niente da dire sull’eleganza comunque. VOTO: 7

Ermal Meta e Fabrizio Moro: Si sono presentati sul palco entrambi eleganti, ognuno nel proprio stile. Onestamente ci hanno stupito perchè ci aspettavamo un abbigliamento più casual e insignificante, per questo motivo vogliamo premiarli. VOTO: 6 e mezzo

Giorgia: La superospite nostrana ha optato per uno tailleur pantalone nero, taglio smoking. Col classico non si sbaglia mai quindi promossa! VOTO: 6

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli: Nella prima serata li abbiamo stroncati, ma adesso ci sentiamo di promuoverli per averci quantomeno propinato finalmente delle giacche sobrie ed eleganti. Sforzo apprezzato! VOTO: 6

I look peggiori:

Giovanni Caccamo: La barba gli dona, ma il principe di Galles con la maglia della salute sotto è un orrore! Bastava una sobria camicia… peccato! VOTO 5

Mudimbi: La presenza scenica c’è, ma il vestito rosa lucido è terrificante! Sembra un mon cherì! Si salvi chi può!!! VOTO: 4

Eva: La nuova proposta si presenta con un abito agghiacciante, effetto lamiera con trasparenze e una stretta in vita che le fa apparire un fondo schiena probabilmente più vistoso del dovuto. Bocciatissima! VOTO: 3

Max Gazzè = Ci risiamo, eccolo di nuovo col giaccone lungo. Sembra uscito dalla saga di Harry Potter… inguardabile. VOTO: 2

Noemi: La brava cantante osa con una scollatura che non può permettersi. Probabilmente voleva emulare l’ottimo risultato della Hunziker nella prima serata, ma non ne ha i mezzi né il décolleté adatto. Il risultato è sconcertante… abbiamo provato imbarazzo per lei quando Favino si è coperto il viso con la cartelletta per non guardarla! Irrimediabilmente bocciata! VOTO: 1

The following two tabs change content below.

Federica Candelise

Avvocato di professione, tennista per hobby ma appassionata di musica da sempre, che sia italiana o internazionale poco importa. Non prediligo un genere in particolare, ciò che conta sono le emozioni che la musica può provocare in ognuno di noi.

Federica Candelise

Avvocato di professione, tennista per hobby ma appassionata di musica da sempre, che sia italiana o internazionale poco importa. Non prediligo un genere in particolare, ciò che conta sono le emozioni che la musica può provocare in ognuno di noi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *