Simone Frulio è tornato con un nuovo singolo, “Niente di buono”

“Anche l’acqua può far male
ma c’è vita in ogni goccia”

Quale posto migliore di un temporale per riflettere su una relazione finita e sul gelo che tra due persone può annullare ogni sentimento fino a farli sentire lontani chilometri nonostante si trovino nella stessa stanza? Ce lo dimostra Simone Frulio, l’ex Freeboys che è tornato negli scorsi giorni a farsi sentire con Niente di buono, il suo nuovo singolo.

Il brano segue Battito di mano, il primo singolo che fa da apripista al primo album di Simone, la cui pubblicazione non ha ancora una data. La masterizzazione del pezzo è stata affidata a Luca Caligola presso il Novenove Studio, chitarre elettriche curate da Luca Meneghello, al basso elettrico Dino D’Autorio, al violino Luca Campioni e Roberto Lucano, viola Paola Adriana Guerri, e al violoncello Luciano Girardengo, mentre la direzione archi a cura di Maurizio Bianchini.

A dare il benvenuto alla traccia è un tuono (alla Gemelli DiVersi in Un attimo ancora, per intenderci) che ci porta subito sotto a un temporale. Le strofe lente danno il giusto slancio a un ritornello che resta incollato sin dal primo ascolto e che ben si adatta alla voce di Simone. Spazio poi nel bridge alla quota rap del pezzo (uno dei suoi artisti preferiti, non a caso, è il rapper Ultimo).

Niente di buono è uno dei tre brani non scritti da me che saranno presenti nell’album. Fin dal primo ascolto sono rimasto colpito dal ritornello che trascina e rimane in testa. Frasi come “Il dolore è ricordare assenza di felicità” oppure “anche l’acqua può far male, ma c’è vita in ogni goccia” per me sono davvero piene di significato. Insieme a Paolo Paltrinieri, mio produttore, abbiamo optato per questo arrangiamento curato da Alessandro Boriani, proprio per far risaltare le parole forti e cariche di energia che ha il testo. – Simone Frulio

Nato a Milano nel ’97, ha iniziato a cantare giovanissimo, a soli dieci anni, quando venne selezionato da Toni Martucci per interpretare la sigla de L’Ambrogino d’Oro, poi tra il 2010 e il 2011 si è esibito in tre edizioni di Io Canto, il popolare programma tv targato Mediaset in cui veniva dato spazio alle voci dei giovanissimi provenienti da tutta Italia. Successivamente, nel 2012, ha aperto il Radio Italia Live in piazza Duomo, a Milano, dinanzi a oltre cento mila persone, mentre l’anno successivo lo abbiamo visto sul palco di X Factor Italia nei già citati Freeboys, pupilli di Simona Ventura. Nello stesso anno ha pubblicato un libro di poesie per bambini scritte da lui stesso quando aveva tra i sette e gli otto anni intitolato Poesie di un bambino.

Nel 2017 poi la svolta grazie all’incontro con Paolo Paltrinieri, responsabile delle produzioni musicali Mediaset per oltre trent’anni. Con lui sta attualmente lavorando al primo album, che sarà prodotto e edito da Fonoplay per Momo, e al suo interno troveranno spazio nove brani firmati da Simone Frulio stesso e tre di altri artisti, tra cui proprio questa Niente di buono.

Per restare aggiornato su tutte le ultime novità di Simone Frulio, ecco i suoi link social:

The following two tabs change content below.

Andrea Picariello

Ventenne salernitano, music addicted, comunicatore e social media manager. Attualmente impegnato come consulente social per Radio Castelluccio. Quasi giornalista di forma, già giornalista in sostanza.

Andrea Picariello

Ventenne salernitano, music addicted, comunicatore e social media manager. Attualmente impegnato come consulente social per Radio Castelluccio. Quasi giornalista di forma, già giornalista in sostanza.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.