The Voice, questa sera il gran finale

Ultimo appuntamento per il talent show di Rai Due, giunto alla sua quinta edizione italiana. Chi vincerà?

Questa sera giovedì 10 maggio, a partire dalle ore 21.20, andrà in scena l’atto finale di The Voice of Italy, talent show di Rai Due condotto da Costantino Della Ghirardesca. Quattro i concorrenti giunti ai Live Show, che hanno superato le diverse fasi del format, dalle Blind Auditions ai Knock out, passando per le famigerate Battles. A contendersi la vittoria e un il contratto discografico con Universal, saranno: Maryam Tancredi, Beatrice Pezzini, Asia Sagripanti e Andrea Butturini.

Un po’ di relax, dunque, per i quattro coach: Al Bano Carrisi, J-Ax, Francesco Renga e Cristina Scabbia che, dopo aver preso numerose e difficili decisioni, passeranno la palla al pubblico sovrano che, in diretta, voterà il proprio artista preferito mediante il televoto. Scopriamo meglio chi sono:

Maryam Tancredi

Ha diciannove anni, viene da Napoli e il suo sogno è vivere di musica. Ha imparato prima a cantare e poi a camminare. Da piccola, quando ancora doveva aggrapparsi ai tavoli per stare in piedi, allietava parenti e amici cantando. La musica è sempre stata la sua arma contro il pregiudizio e la troppa attenzione all’apparenza. Questa sera canterà “No” di Meghan Trainor, “The prayer” di Andrea Bocelli e Celine Dion in duetto con Al Bano e l’inedito Una buona idea” (composto da Viviana Colombo, Fabio Ilacqua ed Edwin Roberts).

Asia Sagripanti

Diciannove anni da Pordenone, canta da quando ha sette anni. Ha vinto alcune borse di studio che l’hanno portata a esibirsi a Padova e a Milano. Cantare suonando la chitarra è un’esperienza che la fa sentire completa. Il suo più grande fan è il papà con il quale condivide l’avventura di The Voice dopo la scomparsa della mamma. Tra i brani che eseguirà dal vivo questa sera, ascolteremo “I kissed a girl” di Katy Perry, “L’amore altrove” con Francesco Renga e l’inedito autobiografico Gravità” (scritto dalla stessa Asia).

Beatrice Pezzini

Ventenne di Verona, studia al Conservatorio canto jazz e pianoforte. È molto legata ai nonni con i quali è cresciuta e che l’hanno sempre incoraggiata a coltivare la sua passione per la musica. Sale sul palco di The Voice per mostrare a tutti il proprio talento. Sul palco eseguirà “Million reasons” di Lady Gaga, “Piccole cose” con il suo coach J-Ax e l’inedito Arriverà l’estate” (composto a quattro mani da Viviana Colombo e Niccolò Bolchi).

Andrea Butturini

Ventitré anni, da Brescia. Studente alla Facoltà di Psicologia di Padova, Andrea è un ragazzo umile e riservato. Sale sul palco di The Voice per regalare un sorriso al padre che ha trascorso la sua vita a lavorare duramente nelle cave di marmo. Andrea nella musica insegue l’emozione pura: se canta, si dice soddisfatto solo quando sente il groppo in gola. In finale canterà “Dream on” degli Aerosmith, “Under pressure” dei Queen in duetto con Cristina Scabbia e l’inedito La risposta” (firmato da Andrea Butturini, Dani Macchi, Cristina Scabbia).

I quattro ragazzi si cimenteranno in un opening sulle note di “Wake me up”, tributo al dj svedese Avicii recentemente scomparso, che aprirà la serata, in una performance che non mancherà di emozionare. Tra gli ospiti della serata due giovanissime star internazionali: il cantante rumeno Mihail con il suo singolo di debutto “Who you are”, ai vertici delle classifiche radiofoniche italiane, e la cantautrice canadese Betta Lemme protagonista della hit “Bambola”.

Per eleggere il vincitore, il pubblico da casa potrà chiamare il numero 894.424 da telefono fisso e seguire le istruzioni o inviare un SMS con il codice al 478.478.4 al costo massimo di 0,51 euro per ogni voto. Vengono addebitati soltanto i voti validi. È possibile esprimere massimo 5 voti per sessione. Servizio riservato ai maggiorenni. Il regolamento completo è disponibile su www.thevoiceofitaly.rai.it. Che vinca il migliore!

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.