Top & Flop, week 16 del 2018: Fabrizio Moro e Ultimo nell'Olimpo

Top & Flop, Settimana 16 del 2018: Fabrizio Moro e Ultimo nell’Olimpo

Tutti i top e i flop musicali dell’ultima settimana

I Top: 

Fabrizio Moro e Ultimo - L'eternità [Il mio quartiere]Davide (Gemitaiz): Il rapper romano torna con un disco che sfida le convenzioni, decidendo di abbandonare il genere più elettronico dell’ultimo lavoro e tornando allo stile delle origini, concedendosi anche una frecciatina nei confronti dei trapper nel pezzo con Fabri Fibra. Non il suo migliore disco ma molto interessante. Da notare la title track con Coez, che si candida ad essere uno dei pezzi invernali dell’anno.

L’eternità (Fabrizio Moro ft. Ultimo): Un duetto meraviglioso tra due grandi artisti che diventa una poesia ed un favoloso incontro tra due voci, che riesce ad arrivare al cuore ed a rimanerci. Qualificato per essere un futuro classico della musica italiana.

Bianca Atzei si prepara a tornare: Dopo l’isola la sarda sta proprio per lanciare un nuovo singolo sul mercato e ha parlato addirittura di una collaborazione con Ultimo. Si prospetta quindi una bomba incredibile che potrebbe portarla di nuovo ai vertici della musica italiana e, perchè no, aprire le porte al suo ritorno sul palco di Sanremo.

I Flop: 

Non è un caso se l’amore è complicato (Dear Jack): Diciamo che la voce di Cantarini è meglio di quella di Leiner ma resta comunque il fatto che l’idea e la realizzazione del singolo sono molto molto sottotono. Speriamo possano risollevarsi presto…

LOVE (Gianluca Vacchi): Ok, a cantare è il bravissimo Sebastian Yatra, già protagonista di alcuni successi reggaeton mediamente famosi nell’ambiente. Vero che il brano tutto sommato è piacevolmente estivo, ma il solo pensiero di avvicinare quel personaggio a qualsiasi cosa abbia a che fare con la musica mi fa venire il voltastomaco.

La verità su Chiara Grispo: In un video sfogo pubblicato sul canale Youtube, la giovane cantante, ex settima classificata ad Amici 15, rivela alcuni retroscena molto tristi della sua partecipazione al talent di Maria de Filippi. Chiara, infatti, rivela di essersi sentita completamente ostacolata e denigrata per la sua giovane età e di aver passato dei brutti momenti all’interno della scuola, colpevole anche i critici giudizi di Loredana Bertè. Lei rifarebbe l’esperienza che l’ha comunque portata a crescere ma torniamo di nuovo a riflettere su come l’ambiente di Canale 5 spesso possa fare più male che bene ai giovani talenti che vi si approcciano.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *