Top & Flop settimana 17 del 2018: ottimo il ritorno di Lorenzo Fragola, non convince Luca Carboni

Tutti i top e i flop musicali della settimana

I TOP:

Bengala (Lorenzo Fragola): Il nuovo lavoro di Lorenzo Fragola è, attualmente, il miglior disco del 2018. Fresco, immediato, elettronico, martellante: ha ogni qualità possibile per spaccare se le radio decideranno di supportarlo. L’abbandonare le classiche sonorità più pop per fare qualcosa di personale è stato un canestro da tre punti per il giovane cantante siciliano che convince come non mai nella sua carriera.

Tutto OK (Raige): Il rapper torinese sfodera un nuovo singolo sempre intriso del suo stile da cantastorie contemporaneo. Fresco, piacevole ed estivo, il brano parla di una storia d’amore, come è ormai classico anche nel repertorio di Raige, tra i fumi della Fiat e varie storie che fanno da corollario.

Il ritorno di Liberato: Ancora non si è chiarita la polemica sulla sua vera identità (vedremo se col primo disco deciderà di far finire la leggenda) ma sappiamo che la sua musica è di qualità. Uno stile ben riconoscibile rende le sue canzoni tutte molto simili ma allo stesso tempo tutte molto godibili. Ha deciso di rilasciarne addirittura due tra il 2 ed il 3 maggio e vedremo, in questi giorni, se ha intenzione di occupare tutta la settimana oppure se è stato un exploit.

I FLOP:

Sfoghi di una vita complicata 4 (Lowlow): LowLow non riesce più a prendere un successo. Riprendere il suo storico format non è una grande idea se non si sa più cosa dire. Le rime sono fiacche ed anche il giovane rapper di casa Sugar non sembra più molto ispirato. Decisamente meglio nei primi tre capitoli.

Una grande festa (Luca Carboni): Il nuovo singolo di Carboni è, e probabilmente rimarrà a lungo, una delle cose più incommentabili mai passate in questa rubrica.

Uramaki (Mahmood): Lui rimane sempre bravissimo ed uno degli artisti più innovativi in Italia ma il pezzo, questa volta, appare un po’ confuso, con l’elettronica non completamente ispirata. Nonostante il ritmo sia buono e ci siano tutte le caratteristiche per farlo diventare un tormentone estivo, finisce in questa zona rossa.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.