Top & Flop settimana 4: Caparezza trova “Una chiave”, Riki è così “Sbagliato”

Tutti i top e i flop musicali dell’ultima settimana

I TOP

Caparezza – Una chiave: Caparezza torna con il pezzo della vita. Una canzone che parla di autostima, di volersi bene, del crescere felici, il tutto che scorre sotto delle schitarrate rock. Il video è anche simbolico e rappresenta degli scenari delle canzoni precedenti di Capa, quasi per mettere un ponte tra ciò che era e ciò che è.

Ghali – Cara ItaliaGhali torna alla grande decidendo di dare un’identità ad il pezzo della Vodafone che da mesi ci tormentava. Il risultato è un fantastico brano sul razzismo e sull’incoerenza della classe politica italiana tra citazioni di Gaber e gustosi calembour. Bravo il ragazzo, farà strada

Emma – Essere qui: Emma tira fuori quello che si potrebbe già definire come il miglior disco della sua carriera. La maturità si percepisce da ogni canzone, dove la salentina riesce a rendere perfettamente decine di temi diversi, destreggiandosi in un canto che non abbandona mai il classico stile “urlato” ma lo migliora, con un uso della voce più fermo e consapevole. Un disco che va esplorato ed ascoltato in ogni sua sfumatura e da cui il lead-single risulta essere quasi il pezzo più debole del lotto.

I FLOP

Lowlow e Riki - SbagliatoLowlow e Riki – Sbagliato: Già il titolo fa capire quello che questa canzone rappresenta. Il rappato di LowLow è classico del suo stile, stavolta imperniato sul tema delle ragazze madri: senza infamia e senza lode se non fosse per Riki. Il giovane milanese ci consegna un ritornello che, seppur orecchiabile, è come al solito ricco di errori sintattici e di frasi scritte totalmente a casaccio, la sua voce, inoltre, è più fastidiosa che mai.

Laura Pausini – Non è detto: Intendiamoci, la Pausini è sempre la Pausini però…siamo sicuri che dopo tutti questi anni queste power ballad cantate bene e con i testi intensi funzionino ancora? Avevo preferito la Pausini più sperimentale di Simili. Questo brano, invece, rappresenta pienamente i canoni sui quali l’artista di Solarolo sembra ormai muoversi nella sua carriera. Vedremo se il disco saprà regalarci delle perle rare.

Le strategie di marketing di Annalisa: Forse parlo da fan ma ha senso nel 2018 far aspettare i tuoi follower per tre giorni per comunicare un semplicissimo titolo di un album? Oltretutto usando il giochetto vecchissimo delle foto su Instagram che già era stato usato per pubblicizzare Direzione la vita. Peccato perchè il disco si prospetta uno dei migliori mai realizzati dalla rossa e questi giochettini servono solo a far perdere la pazienza a chi ti dovrebbe seguire e non a generare hype. Sono sicuro che sarà la musica però a parlare.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.