chitarra

Tutti noi sappiamo che la carriera da rockstar spesso va di pari passo con qualche vizio di troppo. Si fa riferimento, ad esempio, alle sigarette, dato che di frequente cantanti e musicisti sono dipendenti dal fumo e dalla nicotina. Oggi approfondiremo come Slash, il noto chitarrista dei Guns N’ Roses, sia riuscito a resistere per ben 12 anni al fumo di una sigaretta, grazie al contributo dell’altrettanto celebre cantante Cher.

Come e perché Slash ha deciso di smettere di fumare

In molti conoscono la storia di Slash e il perché abbia scelto di smettere di fumare. La decisione risale al 2009: durante un concerto di Cher, il noto chitarrista dei Guns N’ Roses prese la polmonite. Fu per lui un vero colpo, considerando che fino a quel momento era abituato a fumare circa 60 sigarette al giorno. La polmonite (e indirettamente Cher) gli impedirono quindi di accendersi una sola sigaretta: lui stesso racconta che il bruciore ai polmoni era talmente forte da non permettere – anche ad uno come lui – di fare un solo tiro. Da lì il chitarrista ha deciso ufficialmente di smettere, ricorrendo dapprima ai cerotti anti-fumo e, successivamente, al tabacco in polvere per uso orale. 

Oggi sono molte le soluzioni a disposizione per chi desidera abbandonare il vizio del tabagismo, molte delle quali prevedono la possibilità di mantenere l’atto di ispirare, un’abitudine non sempre facile da perdere all’improvviso per i fumatori più accaniti.      A questo proposito, per chi fosse interessato a capire quali strumenti utilizzare per iniziare a rinunciare al fumo, è possibile reperire alcune informazioni online relative ai prezzi della sigaretta elettronica, un dispositivo davvero molto utile per smettere con le sigarette tradizionali, e che, non a caso, viene molto utilizzato dai musicisti e dalle star di tutto il mondo. Questo tipo di sigaretta permette di non rinunciare totalmente alla nicotina, in quanto viene data la possibilità al fumatore di scegliere la percentuale di questa sostanza contenuta nel liquido da “svapare”. 

Una buona notizia soprattutto per i cantanti, considerando che il fumo provoca parecchi danni alle corde vocali. 

Infine, tornando all’esperienza di Slash, non si può non sottolineare l’importanza del rispetto delle norme sul divieto di fumo in luoghi chiusi: nel Regno Unito, durante un concerto, il chitarrista osò accendersi varie sigarette collezionando multe da 100 euro. Da quel momento, considerando tutti gli aspetti descritti in precedenza, iniziò a capire che smettere di fumare sarebbe stata la soluzione migliore. 

Le curiosità sul nuovo album dei Guns N’ Roses

Lo stesso Slash ha anticipato che il 2021 sarà un anno topico per tutti gli appassionati dei Guns ‘N Roses, dato che il gruppo dovrebbe lanciare un nuovo album frutto dell’impegno costante mantenuto durante il lockdown. Per non parlare poi del tour estivo, che i fans attendono con ansia dall’estate 2020, quando la pandemia costrinse il gruppo a cancellarlo. Inoltre, Slash ha dichiarato che il nuovo album porterà una ventata di aria fresca, quindi i fans sono avvertiti. 

In conclusione, è bene precisare che Slash rappresenta solo uno dei tanti casi riguardanti i vip che decidono di dire addio per sempre alle sigarette; il mondo è pieno di esempi, musicisti, cantanti, attori e persino calciatori che danno il buon esempio. 

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.