Il cantautore romano torna con un nuovo singolo dal 24 aprile

Si intitola Una parola differente il nuovo singolo di Alex Britti disponibile in rotazione radiofonica a partire da venerdì 24 aprile e in contemporanea anche su tutte le piattaforme digitali di download e streaming e su YouTube con un video girato in modalità “da casa” vista l’emergenza Coronavirus. Il brano, scritto dallo stesso Britti, fa seguito al precedente singolo Brittish, pubblicato lo scorso gennaio con la produzione del rapper Salmo e di Dj Gengis.

Anche Britti dunque, come molti altri suoi colleghi, sceglie di pubblicare nuova musica in questo particolare periodo, in modo da poter donare ai propri fan (e non solo), una “modalità di evasione” in un momento così delicato.

Il singolo, dopo le sperimentazioni del precedente, soprattutto dal punto di vista del testo, torna sulle tematiche più care al cantautore romano. “Volevo dirti una parola differente, ma quelle che magari ti hanno detto già, com’è difficile rimanere originali mentre tutto scorre ad alta velocità” – canta l’artista che si appoggia ad una base elettronica condita di suoni tropicali ed assoli di chitarra per ricordarci l’importanza di fermarsi a godersi i momenti, anche i più piccoli, per evitare che un mondo sempre più veloce e caotico ce li porti via senza lasciare alcuna traccia.

L’amore e i rapporti interpersonali sono sempre più complessi e il cantautore sceglie qui di andare alla ricerca della soluzione dei problemi, mescolando vita di tutti i giorni a romanticismo da film: “mentre corriamo perché piove ci rifugiamo in un portone, se un amore è solamente un’invenzione come dici tu
allora perché restiamo qui bagnati e non ci stacchiamo più…”. 

Acquista qui il brano |

Una parola differente | Audio

Una parola differente | Testo

Volevo dirti una parola differente
ma quelle che magari ti hanno detto già
com’è difficile rimanere originali
mentre tutto scorre ad alta velocità

Come farò ad attirare l’attenzione
fare colpo su di te, sì
mentre corriamo perché piove
ci rifugiamo in un portone
se un amore è solamente un’invenzione come dici tu
allora perché restiamo qui bagnati e non ci stacchiamo più

E non è il buio che ci inghiotte
ma la voglia di restare insieme un’altra notte
spengo un’altra sigaretta
mentre dormi guardo l’alba
che non sembra ma ci aspetta
benedetta

Com’è possibile che in mezzo a tanta gente
ti guardo e tu mi chiedi: come stai?

Ci rincorriamo troppo spesso nelle storie
ma non parliamo mai

Diciamo sempre lascia stare
ci nascondiamo nei vorrei andare via, mollare tutto
ma poi non lo facciamo mai
se inseguire un sogno è così bello
figurati la realtà
allora, dai, stammi vicina adesso
fino a che la pioggia smetterà

E non è il buio che ci inghiotte
ma la voglia di restare insieme un’altra notte
trovo molto divertente
che ti incazzi e poi mi dici:
scusa, amore non è niente d’importante

Non è il buio che ci inghiotte
ma la voglia di restare insieme un’altra notte
trovo molto divertente
che ti incazzi e poi mi dici:
scusa, amore non è niente… d’importante

Volevo dirti una parola differente
ma quelle che magari ti hanno detto già

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.