Amici 19: Albe nuove con un sole fucsia – Pagelle della finale – Recensiamo Musica

Pagelle della finalissima

Amici si è concluso nella tranquillità e nel silenzio di un’ultima puntata senza particolari guizzi. Vince Gaia, che dopo X-Factor si prende la sua rivincita, ma vince anche Javier nel ballo, ottenendo anche lì una personale soddisfazione. Andiamo a vedere i vincitori e vinti di questa serata, prima di salutarci ad Amici All Stars, se ci sarà.


Gaia – Because The Night (Patti Smith): Un inizio scoppiettante della serata con Gaia che si cala nel mood anni ’70. L’esibizione è fin troppo precisa e priva di quella ruvidità e crudezza che servirebbe per cantare una rocker nuda e cruda come la Smith. Gaia però si mangia il palco e tiene botta pitturando la melodia con sfumature moderne. Onesta. Voto: 7

Giulia – Dog Days Are Over (Florence & The Machine): Male, male, a tratti malissimo. Florence è famosa per i suoi vocalizzi potenti e ben calibrati che però qua son enfatizzati troppo, andando quasi a rovinare i momenti più intensi della canzone. Energica, forse troppo. Voto: 5

Comparata Aretha Franklin: Anche qua possiamo notare alcune piccole difficoltà nell’esecuzione da parte di entrambe, che ovviamente si ritrovano a reinterpretare la regina del soul a modo loro. Giulia come sempre punta sugli acuti e sull’intensità vocale, Gaia invece preferisce usare un’interpretazione particolare e moderna. La napoletana è più calzante per interpretare una multiforme Aretha e si merita quindi un 8.5  mentre Gaia è più libera e personale ma perdendo un po’ lo spirito, meritandosi quindi solo un 8-

Comparata La Sera Dei Miracoli/Another Love (Lucio Dalla/Tom Odell): Una comparata bellissima, che commuove e prende per mano l’ascoltatore portandolo in un eterno fiume di lacrime. Giulia un po’ più imprecisa nel cogliere le varie tinte di Odell ma tutto sommato è qualcosa che fa bene al cuore. Voto: 9

Gaia – L’emozione non ha voce (Adriano Celentano): Altra prova in italiano per Gaia (in tutto XFactor ne aveva cantate tre, tanto per dire). Stavolta tocca ad una delle interpretazioni più dolci e delicate del Molleggiato. Intimista, seduta su una sedia, con un arrangiamento molto melodico ed aperto, è in grado di sorprendere. Voto: 9

Giulia – Bella senz’anima (Riccardo Cocciante): Questa canzone è ormai diventata la tassa fissa delle cantanti di Amici con uno stile più antico. Ne abbiamo viste tantissime versioni, ognuna che ha cercato di dare qualcosa di proprio. Giulia si trova quindi in una difficile situazione, di riuscire a svettare su qualcosa di già visto. Ci riesce? Purtroppo no, ma perchè ormai la strada è segnata. Bello però l’arrangiamento e l’esecuzione. Voto: 6.5

Gaia – Can’t Help Falling in Love (Elvis Presley): Gaia continua sul sentiero che ormai ha deciso di tracciare. Sull’orlo delle lacrime, con lo sguardo intenso e la voce ferma e delicata intona il canto di amore del re del rock. Divina. Voto: 9

Giulia – Nietzsche (Inedito): L’inedito più bello di Giulia, un testo che prende il coltello e ti sviscera l’anima, cantato con forza e violenza, in uno stile che ricorda il migliore Lowlow. Invito qualsiasi ragazzo, anche non più adolescente, ad ascoltare e a non ritrovarci i propri problemi. Voto: 9.5

Giulia – Caruso (Lucio Dalla): Un congedo super classico per Giulia, che affronta un pezzo stra abusato della musica italiana ma che riesce tuttora a dare incredibili emozioni. Giulia ci mette del suo, studiando bene le pause ed i respiri per dare una propria impronta al pezzo. Il risultato è molto, molto dignitoso, da artista. Voto: 8+

Gaia – Knockin’ on Heaven’s Door (Bob Dylan): Controllo, precisione, potenza, tutto ciò che serve per rendere questa esibizione indimenticabile. La voce di Gaia si ispira a Bob ma riesce a far sentire delle ottime sfumature dei Guns’n Roses. Voto: 8.5

Gaia – Da Ya Think I’m Sexy (Rod Stewart): La personalità è bella pesante ma la canzone sembra sfuggire dalle mani di una ragazza che, nonostante tutto, ha una bellezza acerba ed è in un’età che deve ancora fiorire. Anche il balletto non rende giustizia alla canzone, anzi peggiora quasi la performance. Non ci siamo. Voto: 5

Gaia – Tu Non Mi Basti Mai (Lucio Dalla): Un delizioso sussurrato ricco di sfumature con il ritorno dello sgabello. Gaia sente il peso della storia di Dalla sulle spalle e se lo scrolla via, alzandosi anche in piedi e dando fondo a tutte le sue emozioni. Voto: 8

Gaia – Fucsia (inedito): Il primo inedito che cantò ad Amici è anche, romanticamente, l’ultima cosa che si ritrova a cantare. Bello, fresco, innovativo, ballabile e radiofonico, è giusto che sancisca il suo trionfo. Voto: 9.5

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Di Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.