Le nostre pagelle della quinta puntata

L’eliminazione di Nyv, avvenuta nella semifinale di Amici 19, ha lasciato perplessi ma rassegnati. Se da un lato il perdere un talento così multiforme dispiace molto, dall’altra era abbastanza scontato e inevitabile accadesse. Nyv era sempre stata quella che in inglese si chiama “wallflower”, la violaciocca, ma che come significato esteso (chissà poi perchè) ha quello di “tappezzeria” ossia una persona timida, solitaria, che sta in disparte e che non si espone troppo. Bello nella vita ma poco adatto ad un talent come Amici in cui bisogna essere dei soldati pronti a scendere in guerra. Ma bando alle ciance e vediamo cosa ci ha riservato questa penultima puntata del circuito normale di Amici.


Giulia – Tu sì na cosa grande (Domenico Modugno): Giulia inizia subito con la quota “napoletanità” con un brano del cantautore pugliese. In questo tipo di canzoni la ragazza si trova perfettamente a suo agio, sembrando che sia quasi nata solo per fare queste e che sia cresciuta nel periodo sbagliato. Intensa. Voto: 8.5

Comparata canto Giulia vs Gaia Mi ritorni in mente, Vorrei la Pelle Nera, Crazy In Love (Battisti, Ferrer, Beyoncè): L’ennesima finalissima anticipata. Tre mondi totalmente diversi che si dipanano e che premiano l’interpretazione e la capacità vocale delle due protagoniste. Due stili totalmente diversi, con Giulia che si dedica totalmente all’interpretazione, andando di gola e sparando dei vocalizzi pesanti, e Gaia che invece interpreta in modo sensuale, energico e più controllato, da diva del palco. Più che una vera comparata è come sempre un bellissimo duetto ed è quasi impossibile discernere a tal punto da dedicare loro due voti diversi. Voto: 9

Comparata canto Giulia vs Gaia – Hello/Set Fire To The Rain (Adele): Altro giro altra comparata. Due voci che colpiscono dritto allo stomaco, intense, uniche, particolari e con diverse sfumature vocali che si amalgamano. Voto: 9.5

Nyv – Before You Go (Lewis Capaldi): Nyv torna al suo stile sussurrato che ormai è un marchio di fabbrica. Ci sono diverse stonature e la canzone sembra non essere perfettamente nelle corde della ragazza. Purtroppo un’esibizione bocciata, per quanto si noti il suo intento di arrivare al cuore. Voto: 5

Giulia – Il cielo nella stanza (Salmo): Bocciatura anche per Giulia che si ostina a voler fare del rap che le appartiene ma solo fino ad un certo punto. Il pezzo di Salmo, anche debitamente censurato, è rude, roco, soffocato e Giulia non riesce a rendere bene le sfumature. Anche sul pezzo di Nastasia si perde totalmente per strada. Voto: 5

Nyv – You will never know (Imany): Un pezzo più delicato, intimista e personale per Nyv che stavolta riesce ad usare la sua voce come una carezza leggera di un innamorato. Raccolta in sè stessa, dolce, con un pezzo in francese improvvisato su una base acustica riesce a scaldare il cuore. Voto: 8

Giulia – Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli): Un’interpretazione pesante e antica per Giulia che dimostra la sua cifra stilistica in pezzi come questo. Potente di ugola come l’interprete originale ma in grado di dare delle sfumature dure e graffiate al pezzo, originariamente un brano da usignolo. Un’impronta inconfondibile in questa edizione ma che forse assomiglia troppo a quanto già visto con interpreti come Carmen Ferreri, che la potrebbero portare ad essere facilmente dimenticata. Voto: 6.5

Nyv – Un’estate fa (nell’interpretazione dei Delta V)Questo pezzo nasce in francese, quindi abbastanza assurda la scelta di portarlo in italiano per una cantante che ha più volte dimostrato di saper padroneggiare bene la lingua d’oltralpe. A parte questa piccola digressione, Nyv si comporta bene, approcciandosi alla canzone non con la rudezza e la voce calda di Califano ma con uno stile più somigliante a quello dei Delta V, moderno, orecchiabile e sognatore. Voto: 7+

Giulia – Meraviglioso amore mio (Arisa): Un’esibizione particolare, che si discosta dallo stile di Arisa per avvicinarsi di più a quello di Giulia, che cerca di non sfoderare interamente la sua vocalità per assecondare un pezzo che parla all’anima. Diversa. Voto: 7+

Nyv – Personne (inedito): Una canzone sorprendentemente bella e fresca per il tema che tratta: le difficoltà nell’essere accettato di un ragazzo che si sente diverso dal sesso in cui è nato. Incredibile come possa essere qualcosa di così radiofonico un brano del genere. Voto: 9

Giulia – Chiamami ancora amore (Roberto Vecchioni): Un’interpretazione sofferta, vissuta, lacrimosa che stride con quella calma, compassata e calda del Maestro. Giulia si fa sempre riconoscere ma a volte servirebbe entrare con più delicatezza nelle canzoni e non a gamba tesa. Voto: 6-

Nyv – Con il nastro rosa (Lucio Battisti): Nyv si accomiata con una cover classica ma non per questo meno difficile di altre. La voce dolce della ragazza prende per mano Battisti e si fa accompagnare in un’esibizione precisa ma allo stesso tempo personale. Bravissima, ma non basta. Voto: 8.5

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Di Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.