Antonino 2020

Recensione dell’album natalizio del cantante pugliese

Il Natale è da sempre momento di ritrovo, di calore, di speranza. Lo sarà, anche se forse in modo diverso, per quest’annata. Una cosa, però, accomuna ogni Natale: quella musica che sa di casa, di famiglia e di tradizione e che ogni anno torna a risuonarci in testa riproponendosi avvolgente, rassicurante e fedele. Non ci sono mode che attraversino il repertorio natalizio, non ci sono nuovi linguaggi da aggiornare o brani da ricercare. Bastano le canzoni di sempre, qualche lucina e la voglia di bastarsi regalandosi gioia e della buona musica. Quest’anno ci proverà Antonino che con il suo Christmas ha scelto di rivivere e ripercorrere quei momenti e quei canti che odora di eternità rassicurante e di magico presente.

E così in 7 brani la voce pugliese ci racconta il Natale di sempre e, di conseguenza, anche quello di oggi oltre che il Natale di tutti e quindi anche il suo. In questo senso non poteva mancare l’eterna White Christmas scritta nel 1940 da Irving Berlin e cantata per la prima volta dalla voce di Bing Crosby prima di fare il giro del mondo ed essere riproposta sotto le più disparate varianti.

La vocalità scura ed intensa di Antonino, però, esce al meglio nella versione di O holy night, risalente addirittura al 1847 in una versione francese prima di essere tradotto 8 anni più tardi in inglese e divenire nel tempo un classico insostituibile del Natale cristiano. La stessa resa sognante e delicata viene garantita anche per Let it snow! Let it snow! Let it snow! che gode di un accompagnamento essenziale che esalta a meraviglia l’avvolgente timbrica del vocalist salentino che si rivela sempre tra le più belle ed uniche del nostro attuale panorama discografico.

Più movimentate ed allegre suonano, invece, Christmas (Baby please come home), perfettamente a suo agio in una dimensione quasi gospel grazie ai controcanti, All I want for Christmas is you, grandissimo classico targato Mariah Carey, e I saw mommy kissing Santa Claus. Un valore del tutto particolare, invece, assume Have yourself a merry little Christmas che gode della collaborazione musicale di Emma che, mai in occasione e momento più appropriato, ricorda il potere e l’importanza della condivisione nella musica e non solo.

Antonino - Christmas

Prendi una bella, calda e particolare voce soul e mettila a cantare i classici del Natale, non ne potrà non uscire un bellissimo lavoro che riscalda il cuore e rende al meglio l’atmosfera che si è apprestata ad interpretare e trasmettere attraverso la propria vocalità. Antonino non fa eccezione e con Christmas riesce ampiamente nell’impresa confermandosi come un’interprete di rara unicità, una voce così rassicurante da rendere al massimo all’interno del repertorio della tradizione natalizia senza, però, incorrere nel pericolo della “copia di…” mai così all’agguato come in progetti di questo tipo.

Migliori tracce | O holy night

Voto complessivo | 8/10

Christmas | Tracklist e stelline

  1. O holy night ★★★★★★★☆☆☆
  2. Christmas (Baby please come home) ★★★★★☆☆☆☆☆
  3. Have yourself a merry little Christmas feat. Emma ★★★★★★½☆☆☆
  4. All I want for Christmas is you ★★★★★★☆☆☆☆
  5. Let it snow! Let it snow! Let it snow! ★★★★★☆☆☆☆☆
  6. I saw mommy kissing Santa Claus ★★★★★★½☆☆☆
  7. White Christmas ★★★★★☆☆☆☆☆

Acquista qui l’album |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.