X-Factor logo

Tornano gli inediti ad X-Factor per guardare alla finalissima

Poco prima della finalissima della quindicesima edizione di X-Factor il talent di Sky Uno ripropone una manche dedicata esclusivamente agli inediti. Per i sette concorrenti rimasti in gara è arrivato, dunque, il momento di presentare al pubblico il proprio secondo inedito sul palco della X-Arena.

NON FARMI ANDARE – Fellow

Rimane intriso di classicità e di struggimento il buon Fellow che mantiene nella vocalità il proprio elemento di forza. La canzone, in questo caso, porta con sè la novità dell’italiano rispetto al primo inedito “Fire”. C’è da dire che in questo crescendo melodico, strumentale e vocale la timbrica di Fellow rischia a tratti di perdere la propria originalità e di lasciarsi andare verso un cantato più di gola che di pancia. C’è da dire, però, che il tutto va a vantaggio di una più spiccata radiofonicità e commerciabilità che, soprattutto all’inizio di una carriera (e in un talent show), non è mai un peccato. VOTO: 7.5

PANICO – Le Endrigo

Dopo aver sfoggiato l’unico vero potenziale tormentone radio-friendly nel primo giro di inediti, la band di Emma cambia nuovamente pelle e si vestono di un sound più deciso, duro e rock. La tematica rimane, anche questa volta, reale e sentita ma la forma canzone che viene adottata contribuisce a non rendere il tutto troppo pesante. Meno appiccicoso e martellante del primo episodio e, forse, anche per questo pagano dazio. VOTO: 5

BALTIMORA – Baltimora

Dal punto di vista della produzione lui è la miglior proposta di questa edizione di X-Factor. Lo è grazie ad una proposta tutto sommato pop che, però, viene rivestita di suoni decisi, complessi e ricchi di riferimenti. In questo suo secondo inedito il tutto si ammorbidisce per dare maggior risalto ai continui riferimenti del testo che sacrifica, in parte, la potenza della musica e dei suoni. La scelta costringe il brano a divenire meno appetibile per un ascolto veloce ed immediato e più adatto ad un approfondimento più attento. Meglio il primo. VOTO: 6-

Baltimora - XFactor 15

FEGATO – Erio

Tornano (finalmente!) le grandi firme per la scrittura degli inediti di X-Factor. Non è un caso che la scrittura di questo nuovo inedito di Erio abbia in sè una precisione ed un mestiere non usuale e casuale. Il pre-inciso è la parte migliore del brano. Piace meno la scelta di continuare ad appoggiarsi a doppie voci che appiattiscono la dinamica del cantato e allontanano l’emozione che deriverebbe da una naturalezza maggiore. L’inedito è, comunque, più convincente del precedente ma difficilmente regalerà la vittoria ad uno degli indiziati maggiori prima di questi live. Si poteva far di più. Lo si poteva fare nell’arrangiamento vocale e nella scelta produttiva. VOTO: 7++

NO LIMITS – Nika Paris

Molto stampo Eurovision Song Contest questo nuovo inedito della voce che canta in francese di quest’edizione di X-Factor. Il risultato è più vicino ad un brano per la televisione, appunto, che ad una canzone che si possa ascoltare con normalità in delle cuffiette mentre si sta in metropolitana. Questa, però, è la sua identità e occorre accettarlo cercando, semmai, altrove. VOTO: 6

SENZA SALIVA – gIANMARIA

Quello che sembra il vincitore annunciato dell’annata torna a proporsi sul palco di X-Factor con un brano dal doppio volto: strofe intense, quasi recitate con tonalità basse e cupe nei colori, ritornello che, invece, si apre ritmicamente e spinge sull’acceleratore dando alla canzone la possibilità di esplodere. Per certi versi si colloca vicino alle proposte già avanzate, in alcuni episodi, da Salmo e Blanco e forse proprio per questo piacerà al pubblico dei più giovani. Più convincente della prima prova dal punto di vista del suono. VOTO: 7/8

gianmaria - XFactor 15

AMARO MIO – Bengala Fire

Il gruppo veneto di Manuel Agnelli porta sul palco di X-Factor un inedito che racconta tutte le loro influenze rock internazionali. Il brano racconta di loro, propone un suono ben definito e non smette di cambiare per mostrare altri lati di sè. Difficile immaginare un percorso nei circuiti mainstream fuori di qui ma questo è il loro mondo. Piacerà a chi piace quel mondo. VOTO: 4.5

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.