Brunori Sas 2020

La nota rivista premia il cantautore per la colonna sonora del film di Aldo, Giovanni e Giacomo

Dopo il primo riconoscimento in occasione dei Nastri d’Argento 2020 nella categoria Migliore Colonna Sonora Originale, Brunori Sas, reduce dall’esperienza musicale per il film “L’Ospite” di Duccio Chiarini (di cui qui la nostra recensione del brano) si aggiudica anche il Ciak d’Oro alla Migliore Colonna Sonora per “Odio l’estate“, l’ ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo, diretto da Massimo Venier.

Il premio, giunto alla 35esima edizione, ha visto negli anni premiati del calibro di Nicola Piovani, Ennio Morricone, Ivano Fossati Enzo Avitabile e molti altri.

Mi sono approcciato alla stesura della colonna sonora mosso da un grande affetto nei confronti di Aldo Giovanni e Giacomo, che hanno rappresentato (non solo per me) un modello di comicità unica e innovativa. Sono molto legato a loro soprattutto perché mi ricordano i momenti di ilarità con mio padre, la visione dei loro sketch accompagnava grandi risate in famiglia”, queste le parole del cantautore.

Brunori Sas

Per la prima volta la manifestazione si è svolta in digitale, a causa dell’ emergenza sanitaria che ne impediva la realizzazione classica, pur senza rinunciare alla veste istituzionale: a consegnare il premio a Brunori Sas è stato proprio il direttore di Ciak Flavio Natalia in rappresentanza di tutta la giuria. Anche Aldo Baglio e Giacomo Poretti erano collegati assieme al cantautore.

La colonna sonora pluripremiata include brani come ‘Bum Bum Bum’, L’a verità’ e ‘La canzone che hai scritto tu’, quest’ultima contenuta anche nel fortunato album ‘Cip!’ (di cui qui la nostra recensione) rilasciato lo scorso gennaio 2020.

The following two tabs change content below.

Alberto Guarrasi

Sono stato educato alla musica classica come unica strada. Crescendo ho scoperto incroci, rotatorie e segnali stradali e ho deciso di scoprire tutte le alternative. Nella musica ho fatto un po’ di tutto: violinista classico, cantante e performer di teatro, cantautore, direttore artistico e insegnante di canto e cultura musicale, mi è servito a sviluppare un occhio critico nei confronti di ciò che ascolto in Radio e guardo in Tv. Sapevo già scrivere ma fare animazione mi ha insegnato a parlare senza troppi freni. È sempre meglio camminare a piedi, serve meglio ad osservare tutti i dettagli dei paesaggi che si incontrano.

By Alberto Guarrasi

Sono stato educato alla musica classica come unica strada. Crescendo ho scoperto incroci, rotatorie e segnali stradali e ho deciso di scoprire tutte le alternative. Nella musica ho fatto un po’ di tutto: violinista classico, cantante e performer di teatro, cantautore, direttore artistico e insegnante di canto e cultura musicale, mi è servito a sviluppare un occhio critico nei confronti di ciò che ascolto in Radio e guardo in Tv. Sapevo già scrivere ma fare animazione mi ha insegnato a parlare senza troppi freni. È sempre meglio camminare a piedi, serve meglio ad osservare tutti i dettagli dei paesaggi che si incontrano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.