Tanti auguri al cantautore emiliano, ripercorriamo insieme le tappe fondamentali della sua carriera

Sessantacinque candeline sulla torta per Adelmo Fornaciari, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Zucchero, tra i massimi rappresentanti della musica italiana più apprezzati all’estero. Oltre sessanta milioni di dischi venduti nel mondo, quattordici album in studio, quattro dal vivo, una decina di raccolte e un numero indecifrato di singoli, questi alcuni numeri che descrivono la portata di un successo lungo quattro decenni.

Nato a Reggio Emilia il 25 settembre del 1955, Sugar si avvicina alla musica sin da giovanissimo, dopo aver accarezzato il sogno di fare il calciatore. Dopo aver imparato da autodidatta a suonare la chitara, milita in alcuni gruppi locali (come i Duca, le Nuove Luci, i Decals, gli Sugar & Candies e i Taxi) e partecipa al Festival di Castrocaro nel 1981, vincendo la competizione a pari merito con la collega Fiordaliso, per la quale scriverà qualche anno dopo la celebre “Non voglio mica la luna”.

L’anno seguente debutta al Festival di Sanremo con il brano “Una notte che vola via”, classificandosi penultimo davanti a Vasco Rossi, fanalino di coda. Torna al Teatro Ariston altre tre volte, nel 1983 con “Nuvola”, nel 1985 con “Donne” e nel 1986 con “Canzone triste”, tutti brani che si piazzano tra le ultime posizioni e che non ottengono un immediato successo. Archiviata la parentesi ligure, si trasferisce negli Stati Uniti per approfondire la conoscenza di nuove sonorità.

Questo tocco internazionale lo porterà ad una notevole crescita artistica e alla pubblicazione dell’album “Rispetto”, impreziosito dalla collaborazione con Gino Paoli sulle note del brano “Come il sole all’improvviso”. Tra le altre collaborazioni realizzate in carriera, citiamo: Luciano Pavarotti, Sting, Bono Vox, Francesco De Gregori, Bryan Adams, Eric Clapton, Tom Jones, B.B. King, Sergio Mendes, Mousse T, Paul Young, Dolores O’Riondan, Francesco Guccini, Mark Knopfler, Rag’n’Bone Man e molti altri.

Tra le altre tante canzoni che arricchiscono il suo repertorio, ricordiamo: “Un piccolo aiuto” e “Ti farò morire” (inserito all’interno di Zucchero & The Randy Jackson Band del 1985), “Con le mani”, “Pippo”, “Non ti sopporto più” e “Senza una donna” (da “Blue’s” del 1987), “Overdose d’amore”, “Il mare impetuoso al tramonto…”, “Diavolo in  me”, “Madre dolcissima” e “Diamante” (daOro, incenso e birra da 1989), “L’urlo” (da “Miserere” del 1992), “Per colpa di chi”, “Il volo” e “Così celeste” (da Spirito divino” del 1995), “Blue”, “Puro amore” e “You make me feel love” (da “Bluesugar” del 1998), “Baila”, “Ahum”, “Dindondio” e “Sento le campane” (da “Shake” del 2001), “Il grande baboomba” e “Indaco dagli occhi del cielo” (da “Zu & co” del 2004), “Bacco perbacco”, “Occhi”, “E’ delicato” e “Un kilo” (da “Fly” del 2006), “E’ un peccato morir”, “Un soffio caldo”, “Vedo nero” e “Il suono della domenica” (da “Chocabeck” del 2010), “Partigiano reggiano”, “Voci”, “13 buone ragioni” e “Ci si arrende” (da “Black cat” del 2016), Freedom”, “Spirito nel buio e La canzone che se ne va (dall’ultimo disco D.O.C.” del 2019).

Per celebrare questo suo sessantacinquesimo compleanno, abbiamo raccolto per voi alcune delle sue canzoni più rappresentative, quelle che hanno contribuito a renderlo uno dei colossi del nostro Paese agli occhi del mondo. Nella sua musica Zucchero ci mette la faccia, l’anima e la grinta, raccontandoci la sua personale visione del mondo, rigorosamente autentica e pura, come il soul, come il blues.

65 canzoni per Zucchero | Playlist

  1. Canto te (1981)
  2. Una notte che vola via (Sanremo 1982)
  3. Nuvola (Sanremo 1983)
  4. Donne con The Randy Jackson Band (Sanremo 1985)
  5. Un piccolo aiuto (1985)
  6. Canzone triste (canzone d’amore) (Sanremo 1986)
  7. Come il sole all’improvviso (1986)
  8. Rispetto (1986)
  9. Con le mani (1987)
  10. Senza una donna (1987)
  11. Dune mosse (1987)
  12. Hey man (1987)
  13. Pippo (1987)
  14. Non ti sopporto più (1987)
  15. Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall’Azione Cattolica (1987)
  16. Il mare impetuoso al tramonto salì sulla Luna e dietro una tendina di stelle… (1989)
  17. Overdose (d’amore) (1989)
  18. Diavolo in me (1989)
  19. Madre dolcissima (1989)
  20. Diamante (1989)
  21. Libera l’amore (1989)
  22. A wonderful world (1989)
  23. Nice (Nietzsche) che dice (1989)
  24. Miserere con Luciano Pavarotti (1992)
  25. Il pelo nell’uovo (1992)
  26. Povero Cristo (1992)
  27. L’urlo (1992)
  28. Papà perché (1995)
  29. Per colpa di chi (1995)
  30. Così celeste (1995)
  31. Alleluja (1995)
  32. Il volo (1995)
  33. Pane e sale (1995)
  34. Datemi una pompa (1995)
  35. Eppure non t’amo (1996)
  36. Menta e rosmarino (1996)
  37. Va pensiero (1996)
  38. Blu (1998)
  39. Puro amore (1998)
  40. You make me feel loved (1998)
  41. Muoio per te con Sting (1999)
  42. Baila (sexy thing) (2001)
  43. Rossa mela della sera (2001)
  44. Sento le campane (2001)
  45. Dindondio (2001)
  46. Ahum (2001)
  47. World con Anggun (2003)
  48. Il grande Baboomba (2004)
  49. Indaco dagli occhi del cielo (2004)
  50. Bacco perbacco (2006)
  51. E’ delicato (2006)
  52. Occhi (2006)
  53. Un kilo (2006)
  54. Tutti i colori della mia vita (2007)
  55. E’ un peccato morir (2011)
  56. Il suono della domenica (2011)
  57. Un soffio caldo (2011)
  58. Vedo nero (2011)
  59. Partigiano reggiano (2016)
  60. Voci (2016)
  61. Ci si arrende (2016)
  62. 13 buone ragioni (2016)
  63. Freedom (2019)
  64. Spirito nel buio (2019)
  65. La canzone che se ne va (2019)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.