Entriamo dentro il testo di una canzone per comprenderne il significato

Nuovo appuntamento con Canzone per te, la rubrica che ogni mese ti porta alla scoperta di una canzone diversa, con l’obiettivo di comprenderne il significato e il messaggio che vuole trasmettere. La canzone protagonista di questo mese è Emozione dopo emozione di Eros Ramazzotti.

«Emozione dopo emozione, la mia vita scorre ogni giorno così»: sono queste le parole con cui si apre il brano. Si tratta di parole semplici ma, allo stesso tempo, piene di significato e di valore, che descrivono appieno la vita del giovane ragazzo nato ai bordi di periferia, intento nel rincorrere i propri obiettivi e nel realizzare i propri sogni. Emozione dopo emozione, infatti, è contenuta nell’album Nuovi eroi, pubblicato nel 1986. In quegli anni Eros poneva le basi che gli avrebbero permesso di diventare uno degli artisti italiani più amati e apprezzati in tutto il mondo.

Ritrovarsi letteralmente “catapultato” dalle vie del quartiere romano di Cinecittà al Teatro Ariston di Sanremo e ai più celebri palchi italiani ed europei è senza dubbio un’emozione unica. È il sogno coltivato da tutti i bambini che si divertono a cantare, immaginando di essere delle vere e proprie star.

Eros però, nonostante il grande successo ottenuto, non ha mai dimenticato il suo passato e non ha mai rinnegato le sue radici. È stata proprio la vita la sua prima vera maestra, quella che gli ha permesso di maturare e di assumere sempre una maggiore consapevolezza e responsabilità: «e dal primo calcio ad un pallone alle fughe in moto giù in città, ho imparato più di una lezione. È stata questa vita la mia maestra, la mia palestra, la strada che va».

La storia di Eros rappresenta anche un modello per innumerevoli persone che, pur partendo dal nulla, sono riuscite a realizzare i loro sogni e a raggiungere i loro obiettivi. Spesso, infatti, l’arrivismo sfrenato e la malizia delle persone diventano quasi delle scusanti dietro le quali ci si rifugia per non ammettere i propri errori.

È innegabile il fatto che viviamo in una società che corre a ritmi impressionanti, senza curarsi di chi, per diversi motivi, non riesce a tenerne il passo. L’arroganza, l’individualismo e la supponenza sembrano essere dei requisiti fondamentali per avere successo. Per fortuna, però, non è sempre così. Anche chi lavora in modo corretto e onesto può raggiungere i propri obiettivi. Dovrà superare molti più ostacoli di colui che cerca una scorciatoia, dovrà sopportare molte più cattiverie e ingiustizie ma alla fine, i sogni, quando ci si crede, non sono che realtà in anticipo: «perché ti sto dicendo tutta la verità, forse non hai capito. Ti sto dicendo che tu puoi ottenere di più e farlo in modo pulito».

Forse, in un mondo in cui ognuno pensa per sé, la grande differenza la fanno coloro che si dedicano anche agli altri. Aiutare e sostenere una persona in difficoltà dovrebbe essere prima di tutto un dovere morale per ciascun individuo. In molti, invece, preferiscono non curarsi degli altri o ostacolare tutti coloro che viaggiano sulla loro stessa strada. Questo comportamento può avere effetti “positivi” nel breve termine. Ma, nel lungo periodo, vince sempre colui che si comporta in maniera leale e corretta: «e se c’era d’aiutar qualcuno non mi sono mai tirato indietro lo sai».

Fondamentale nella vita di ciascun individuo è anche l’amicizia. L’amicizia è un dono, non un peso. Un solido rapporto di amicizia può permettere di affrontare con maggior fiducia e tranquillità un momento difficile che, altrimenti, risulterebbe molto più gravoso da sopportare: «l’amicizia resta un grande dono, questo io non l’ho scordato mai».

Le esperienze di vita permettono a ogni persona di acquisire sempre più forza e consapevolezza. È vero che dagli errori si può imparare. Ed è anche vero che da ogni situazione bisogna essere in grado di trarre un insegnamento valido per affrontare al meglio le sfide future, senza dimenticare il proprio passato e il proprio vissuto: «io quello che ero ancora sono. Forse un po’ più maturo, ed anche sicuro, davanti al mondo, davanti a te».

The following two tabs change content below.

Luca Buson

Presentatore e conduttore radiofonico. Il microfono e il palcoscenico sono la mia vita. Grande appassionato di musica, in particolare italiana. Il mio motto è "break your limits".

Di Luca Buson

Presentatore e conduttore radiofonico. Il microfono e il palcoscenico sono la mia vita. Grande appassionato di musica, in particolare italiana. Il mio motto è "break your limits".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *