Capo Plaza

Il rapper di Salerno torna con un nuovo singolo che anticipa l’album

Capo Plaza è sempre stato un artista coerente e fedele alle proprie idee musicali, ma nonostante questo è riuscito negli anni a crearsi un pubblico sempre più grande, capace di trasformalo da rivelazione a certezza assoluta e permettendogli di macinare numeri impressionanti dal punto di vista delle vendite. L’ultimo suo album si intitola ’20’, è datato 2018: un disco pieno zeppo di hit, capace di resistere per settimane e settimane in vetta alle classifiche degli album e dei singoli più venduti in Italia (certificato inoltre tre volte disco di platino dalla FIMI).

Per questo 2021 l’artista originario di Salerno è pronto a tornare, dal 22 gennaio, con un nuovo ed importante progetto discografico dal titoloPlaza (Atlantic/Warner Music Italy), anticipato lo scorso 8 gennaio dalla pubblicazione del singolo Allenamento #4 prodotto da AVA & Mojobeatz, che, come da titolo, rappresenta il quarto capitolo di una lunga saga iniziata ormai nel lontano 2017.

Il brano, chiaramente, non si discosta dal mood del classico Plaza ed è incentrato sulla sua capacità di “cavalcare” il bel beat trap prodotto da AVA & Mojobeatz, senza il bisogno di effetti speciali per colpire l’ascoltatore. All’interno del brano Capo Plaza rivendica il suo status all’interno della scena e lo fa mischiando autocelebrazione e racconti personali, trovando la chiave narrativa per parlare a viso aperto della sua storia e di come partendo dal nulla sia arrivato ad un successo ormai riconosciuto da chiunque.

Chi si aspettava una rivoluzione dal punto di vista dello stile rimarrà deluso, dato che, almeno in questo singolo, non si trovano novità rilevanti. Chi, invece, ha apprezzato fin dall’inizio il modo di far musica del giovane artista, apprezzerà la sua coerenza sia dal punto di vista lirico che musicale. Plaza non cerca una percorso che non ritiene suo e decide di rimanere con i piedi ben impiantati sulla sua strada, che tanta fortuna gli ha portato finora. ‘Allenamento #4’ alla fine possiede i punti di forza (e le debolezze) che si possono trovare, in maniera più o meno netto, all’interno di tutta la discografia del rapper. Il tempo (e il pubblico) dirà la sua, anche se, vedendo i numeri di questo “nuovo inizio”, il tutto sembra dar ragione all’artista, in attesa di capire dove lo porterà il nuovo ed atteso progetto discografico nel quale troveremo anche 5 featuring (di cui 4 internazionali).

Acquista qui il brano |

Testo |

Ora inizio, mi vogliono solo perché ho vinto (Yah)
Una pecora nera per la mia famiglia
Mille di casini da bimbo
Credi che fingo? È lungo il mio libro (Bang-bang)
Addosso ho pietre alla Flintstones
Sul palazzo più alto alla King Kong
Corri forte, amo correre il rischio, moolah, moolah, eh
I tuoi amici fanno i criminali
Ma alle dieci sono tutti quanti a letto (Uoh)
Sto pensando a fare solo pesos (Yeah-yeah)
Col tuo pezzo mi viene il rigetto (Oh)
Il mio frero deve lavorare
Quindi taglia borse con un taglio netto (Yeah-yeah)
Plaza, baby, faccio il pallonetto
Tu il moonwalk co-come Michael Jackson
Ah, ballin’
Tiro da tre alla Kobe Bryant, homie
Con me hai sbagliato e chi sbaglia paga, yeah-yeah
Sopra a ‘sti rapper, è una sfilata, yeah-yeah
Tu scambi sangue con marmellata
Metto le Maison Margiela sul tavolo
Otto Commando, sono bello carico (Bang-bang)
Avevo quattro fisso in matematica
Ora ho più numeri di un matematico
Adios (Okay), vi manda fuori se è la città (Yeah-yeah)
Plaza il mio nome, tu maricón
Corro dalle guardie alla ‘Forrest Gump’, ah-ah

L’ho fatto per la city
No, non fare mai nomi
Ho mille di nemici
Ma c’ho gli amici buoni
L’ho fatto per i money (Oh-oh)
Non mi basta la fama
Plaza ha in testa i milioni, yah-yah

È un testa a testa con la vita
No, non è finita, passa, passa, dove è buio (Bang-bang)
Mio fratello mata quell’intruso (Uah-uah)
Svelto, attento se passa qualcuno
Riso con la soia, guacamole
Mangio pasta pregio e pure pesce crudo
Mo Salerno sta sopra la mappa
Non è grazie al tuo fottuto culo
‘Plaza’ il mio fottuto disco
Vi ho già crocifisso, è finita la pacchia
Un vero boss, no, non parla
Fa tutto in silenzio, non segue la massa
Ed ora firmo due milioni e mezzo
Mi cambia la vita, a te cambia la faccia
E lei non mi guarda se passa
Le ho fatto del male, pensavo ad un’altra

Mi chiami ‘fenomeno’
Tu mi sembri la mia replica
Più soldi, problemi trovano
Meglio mi scrivi su Telegram
Pa-parte quattro e sono comodo
Da quella panchina alla Serie A
Allenamento, duri poco, bro
Fuori pure quando nevica, yeah-yeah

Sopra l’onda io resto fresco
Allenamento, fumo più di quello che peso
Mami, mami chiama, dice: ‘È valsa l’attesa’ (Oh, yah)
Inutile che chiami ora che tocco il cielo (Oh), yeah
Uno, due, tre, quattro
Uno, due, tre, yeah

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.