Carmen Consoli

Recensione del singolo che segna il ritorno musicale della Cantantessa

Quando Carmen Consoli decide di tornare a farsi sentire con nuova musica è perchè sicuramente sente il bisogno di farlo. E’ successo sicuramente anche con Una domenica al mare, il suo nuovo singolo che anticipa il prossimo progetto discografico (Volevo fare la rockstar) che arriva a distanza di ben 6 anni dall’ultimo disco d’inediti e a 3 dalla speciale raccolta acustica. Un singolo questo che, come spesso la Cantantessa ci ha abituato, ribadisce tutte le caratteristiche della sua interprete tanto a livello vocale e produttivo quanto, soprattutto, a livello di scrittura testuale.

Un ritorno, si diceva, perchè si ha qualcosa da dire, perchè si sente il bisogno di farlo. E in questo senso può colpire, forse, la scelta anticonformista di optare per un brano poco radiofonico o accessibile alle nuove logiche del mainstream favorendo piuttosto una dimensione intima, profonda, molto più narrativa che espressivamente impattante. Carmen Consoli, però, è proprio questo, da sempre. La più famosa cantautrice siciliana degli ultimi 30 anni scrive per l’esigenza di farlo e di regalare al pubblico il proprio punto di vista sulle cose, sul mondo e sulla vita. Impensabile, per lei e per la sua scrittura, rinunciare al contenuto che, solo attraverso tante parole, può essere completamente espresso, rappresentato e trasferito all’ascoltatore.

‘Una domenica al mare’ diventa, quindi, una nuova possibilità di raccontarsi e, soprattutto, raccontare. Ci sono un’estate raggiante arrivata in fretta e una folla di turisti pronti a popolare l’isola siciliana, da sempre protagonista dei racconti della Cantantessa e qui protagonista dell’ambientazione con il richiamo della terra che “trema” e “le fiamme che quasi attraversano le autostrade” se “nei mesi caldi” non si provvede a mettere in sicurezza il territorio. Il nocciolo duro di questo brano si concentra attorno alla bellezza della vita, un’esperienza tutta da vivere tenendo a mente di “respirare col cuore”.

Su di un tappeto sonoro essenziale, acustico e sempre colorato dalla tipica chitarra acustica, la voce di Carmen Consoli si riempie di tutti i suoi più tipici colori timbrici. E così, insieme alla canzone, procede nel trarre le più adatte conclusioni al messaggio che si intende trasferire: un invito a tornare all’essenziale, alle cose semplici e belle della vita, a quelle visioni e sentimenti che sono così capaci di ricordarci l’emozione vera del vivere. Un’emozione che, per arrivare, non ha sempre bisogno di ritornelli martellanti o melodie dal facile ascolto. A volte, il messaggio può essere ancora la componente più importante di una canzone proprio come il senso lo può essere di una vita.

Acquista qui il brano |

Una domenica al mare | Testo

L’estate è arrivata in fretta,
andiamo dentro è un po’ più fresco
quanti turisti con passo marziale
avanzano sotto al sole.
Dimmi che non sogno e son desta
questa terra pigra all’improvviso trema
l’estate è arrivata in fretta
dobbiamo sperare che taglino l’erba
nei mesi caldi le fiamme quasi attraversano le autostrade
dimmi che non sogno e son desta
è l’odore di mio padre son certa.

Se solo ci fermassimo a respirare col cuore
daremmo un po’ di ossigeno a pensieri e parole
se almeno ci provassimo a respirare col cuore
vedremmo foreste riemergere da ceneri urbane
la vita è una domenica al mare.

L’estate è arrivata in fretta
anziani rimpiangono la primavera
amori nati in tempo di guerra
e sguardi rubati durante la messa
dimmi che non sogno e son desta
che è la mano di mio figlio che mi afferraSe solo ci fermassimo ad ascoltare col cuore
riaccenderemmo i sogni e i lumi della ragione
de almeno ci provassimo ad ascoltare col cuore
saremmo un po’ più liberi di scegliere e amare
la vita è un giorno da ricordare

Se solo ci fermassimo a respirare col cuore
daremmo un po’ di ossigeno a pensieri e parole
se solo ci provassimo a respirare col cuore
riaccenderemmo i sogni e i lumi della ragione
la vita è una domenica al mare
un’alba nuova da guardare

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.