C'è sempre una canzone (d'amore)

Tutte le canzoni d’amore che non possono mancare ad un matrimonio

Quest’anno ho veramente esagerato con i matrimoni. I miei colleghi credo abbiano perso il conto delle volte in cui sono arrivata in ufficio il lunedì mangiando confetti ed io ho nell’armadio tacchi nuovi e una serie di abiti che riciclerò per quelli dell’anno prossimo.

I matrimoni al nord, lo so, non hanno niente a che vedere con quelli del sud, ma anche noi ci difendiamo bene. Tra baci degli sposi a bordo piscina, castelli da fiaba, auto d’epoca e interminabili file di pasticcini, sono giornate che ci ricorderemo per tutta la vita. Quando è l’amore che fa da padrone, tutto è più magico, anche se fuori ci sono quaranta gradi e tu hai un vestito lungo fino ai piedi. Infondo è questo l’argomento della rubrica, no? L’amore. E di amore, nei matrimoni, ne troviamo a volontà.

Ero appena stata all’ultimo al quale ho partecipato e stavo tornando a casa, in macchina, alle cinque del mattino, con i capelli scompigliati, il trucco ormai sparito e i tacchi lanciati sul sedile del passeggero. Ho ripensato a quanto erano belli gli sposi e a quanto brillassero i loro occhi quando si guardavano, lei con il vestito bianco candido che guardava lui, elegante come non mai, e viceversa. E al loro primo ballo, quel momento indimenticabile che rimarrà impresso per sempre. Poi ho aperto Spotify e ho avviato una playlist e ho iniziato a ragionare: ma quanto deve essere difficile scegliere la canzone per il primo ballo?

Sì, lo so, quasi ogni coppia ha una canzone speciale, ma se così non fosse? Oggi vi parlerò di questo, della mia personalissima top 10 delle canzoni perfette per il primo ballo, per coronare qualsiasi tipo di storia d’amore: due sconosciuti che sanno cos’è il colpo di fulmine, due migliori amici cresciuti insieme, due persone così diverse che si completano… insomma, le canzoni d’amore che farebbero piangere anche chi ha il cuore di pietra. Ogni canzone è valutata in base ai piantini, si parte da 1 piantino (sì ok ma quando arriva la torta) a 10 piantini (testimonial fazzoletti Tempo).

  1. Viceversa – Francesco Gabbani

A Sanremo se l’è giocata, io in quella volta vinsi una scommessa, lui aveva scommesso su Gabbani e io su Diodato. Io preferivo Diodato perché c’era ancora qualcuno che faceva rumore, lui scelse Viceversa perché aveva capito tutto quello che io non avevo ancora compreso per bene. L’amore è cieco e noi siamo proprio di sbieco, battibecchi che valgono molto di più, combinazioni fragili tra ragione ed emozioni. Un meccanismo magico che non si può spiegare con le parole, passiamo mesi a ragionare ma poi riassumiamo il tutto con una frase: sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e viceversa.

Punti piantini: 8/10

  1. Questa nostra stupida canzone d’amore – TheGiornalisti

Puoi lasciare Tommaso Paradiso fuori da un matrimonio ma non togli il matrimonio da Tommaso Paradiso. Pochi giorni fa ho scoperto che questa canzone fu scritta per una coppia che ora si è lasciata, ma poco importa, ogni volta che la ascoltiamo ci vengono i brividi. Sei la nazionale del 2006 ma dentro casa col vestito da sposa e anche quella del 2021, aggiungerei. E poi l’area arrivi di Fiumicino, la lontananza che diventa vicinanza, la mancanza che si fa sentire. Insomma, qui dentro c’è tutto, anche un ritornello che possono cantare gli invitati ubriachi: la Corea del Nord non potrà fermare tutto questo.

Punti piantini: 7/10

  1. O forse sei tu – Elisa

Nella prima parte di questa top 10, arriva la prima canzone del 2022. Anche in questo caso ci viene regalata da Sanremo e dalla voce angelica di Elisa. Un bellissimo lento romantico da ballare abbracciati e volare via con la fantasia, scordandosi delle persone accanto a noi e assaporare ogni singolo attimo. Chiedimi come stai, che io non l’ho capito. Tienimi sempre con te. Sarò la scusa per farti un po’ ridere: questo deve essere l’amore, una stupida voglia di vivere sempre, incondizionatamente, anche se la vita alla fine è un casino. Quando siamo accanto a chi amiamo, non abbiamo davvero più paura.

Punti piantini: 9/10

  1. Sempre e per sempre – Francesco de Gregori

Non ho mai scritto di questa canzone, perché per me ci sono mostri sacri nascosti sotto al letto e non è necessario andare a controllare come stiano. Questa sera, però, non potevo ometterla. Sempre e per sempre, un capolavoro che si può dedicare ad ogni persona che amiamo davvero. Qui dentro ci sono la forza della vita, la costanza, la fedeltà. L’orgoglio di chi lotta per te e la sicurezza di chi sai che troverai sempre e per sempre al tuo fianco. Perché forse non serve per forza essere sempre uno accanto all’altra, ma l’importante è essere sempre dalla stessa parte. Le persone possono cambiare, ma chi ci ama, ci amerà per sempre.

Punti piantini: 10/10

  1. Portami via – Fabrizio Moro

Nemmeno Portami via ha mai fatto parte della rubrica, ma è stata una delle prime alle quali ho pensato quando nella mia testa ho visualizzato un probabile primo ballo degli sposi. Fabrizio ha ragione, il segreto forse è prendere la vita così com’è. Poi arriva quella persona che sa portarti via dalle paure, da una gabbia che ci siamo creati, via dagli errori e ci fa scavalcare i muri che noi stessi abbiamo creato. Non so se alla fine ci si salva in due o ci si può salvare da soli, ma sono certa che avere una persona al nostro fianco che ci faccia fuggire dai dubbi e dalle difficoltà di tutti i giorni significa poter respirare meglio e trovare tutta l’energia che ci serve.

Punti piantini: 7/10

Preparate i fazzoletti… mercoledì prossimo proseguiamo con le restanti cinque canzoni!

The following two tabs change content below.

Gloria Tagliani

Il mio lavoro è far quadrare tutto, ma se c’è una cosa che non quadra mai, quella è la mia vita. Credo nei finali dei film romantici, nel Liga, nei tramonti, nei biglietti aerei, nelle canzoni urlate a squarciagola e nelle stelle cadenti. Ho cinque tatuaggi e troppe playlist.

By Gloria Tagliani

Il mio lavoro è far quadrare tutto, ma se c’è una cosa che non quadra mai, quella è la mia vita. Credo nei finali dei film romantici, nel Liga, nei tramonti, nei biglietti aerei, nelle canzoni urlate a squarciagola e nelle stelle cadenti. Ho cinque tatuaggi e troppe playlist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.