A tu per tu con l’artista campano, vincitore tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo nel 2010, nonché autore per numerosi e prestigiosi colleghi

Incontrare Tony Maiello è sempre piacevole, con lui si può parlare di musica e di contenuti importanti, gli stessi che da tempo impreziosiscono le sue creazioni. Davanti ad un bicchiere di Coca Cola e ad una tazza di tè, ci racconta il suo percorso professionale, iniziato dieci anni fa sul palco di X Factor e proseguito con la vittoria della categoria giovani di Sanremo 2010, con il brano “Il linguaggio della resa”.

Da quel momento tanto è accaduto e, come succede per tutti, si sono alternate gioie e maiunagioia, situazioni raccontate per filo e per segno nel suo ultimo album “Spettacolo” (qui la nostra recensione), pubblicato lo scorso 13 aprile. Tante le collaborazioni e le canzoni affidate ad altri colleghi: da Laura Pausini a Giorgia, passando per Francesco Renga, Lorenzo Fragola, Annalisa, Marco Carta, Valerio Scanu, Benji & Fede, Einar, Alessandra Amoroso e molti altri ancora.

Tra aneddoti musicali e racconti di vita, questa nostra lunga chiacchierata si è trasformata in un interrail di ricordi, attraversando varie stazioni emotive, dal divertimento alla commozione. «Il cuore, l’ho sentito battere, ribattere, l’ho perso – recita Tony nella ghost track Il mio sguardo – è ritornato più forte di prima, all’improvviso, mi ha sgridato, umiliato, sbattuto per terra poi l’ho sentito sussurrare qualcosa, credo mi abbia detto “non avere paura”, che c’è un motivo a tutto, c’è un motivo anche al perché si sogna di notte e si corre di giorno ed io allora sogno, sogno ancora più forte, ho sognato così tanto che non so se adesso sono sveglio mentre chiedo all’universo un altro giorno, un altro giro. E poi corro, corro senza sapere dove andare, senza chiedermi niente. Corro per stancarmi, corro per ritrovarmi in questo viaggio, in questo passaggio, in questo miraggio». Che altro aggiungere? Buona visione!

Si ringrazia per l’ospitalità il Fleur Cafè di Corso Magenta 48 a Milano.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

One thought on “Chiacchiere musicali con Tony Maiello – APERINTERVISTA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.