Cioffi Alfa

Intervista al giovane cantautore pugliese che presenta il suo nuovo singolo

Da qualche settimana Cioffi è tornato in radio con un nuovo singolo dal titolo “Giovani e testardi” che ha scelto di condividere con l’altrettanto promettente collega Alfa. I due artisti insieme hanno scelto di cantare la gioventù, la sua forza ed i suoi sogni per i quali si è disposti a combattere con sempre maggiore determinazione non arrendendosi mai. Ecco quanto ci ha raccontato Cioffi in questa nostra intervista:

Da qualche settimana è uscito il tuo nuovo singolo, ‘Giovani e testardi’, realizzato insieme ad Alfa. Che brano è per te questo?

«E’ un brano molto importante perchè racconta delle sensazioni che non raccontavo da tanto in un mio pezzo: la paura di crescere e la voglia di ritrovare quel bambino che è dentro ognuno di noi e che ci permette di vedere il mondo sotto una luce diversa. La frase chiave di questo brano è quella che dice ‘l’età è un vestito senza tempo’. Tengo tanto a questa canzone perchè mi ha permesso di raccontare uno dei concetti per me più importanti: la questione del tempo».

Come è avvenuto il processo creativo di questa canzone?

«Questa è una canzone che ho scritto completamente io tra il marzo e l’aprile del 2021. Con Alfa ci siamo sentiti, inizialmente, per realizzare un altro brano insieme: ci siamo visti e abbiamo lavorato insieme a quest’altra canzone. Tra le tante cose gli ho fatto sentire ‘Giovani e testardi’ e quando Alfa l’ha sentita abbiamo pensato che era quella la canzone giusta per collaborare insieme. Lui ha riscritto la seconda strofa e l’abbiamo registrata subito insieme».

Cioffi Alfa

Quella con Alfa arriva dopo le collaborazioni con Emanuele Aloia e con Random e Blind. Da dove nasce la voglia di sperimentare così tanti featuring?

«E’ un qualcosa che arriva dal fatto che siamo tutti ragazzi giovani con uno stesso sogno e, dunque, mi trovo a mio agio a collaborare in questo senso. Non mi piace vedere che nel pop si fatica a fare quello che nel mondo rap ed urban è un qualcosa di usuale. Volevo dimostrare, nel mio piccolo, che anche gli artisti pop possono collaborare tra loro. E’ bello andare in studio insieme per condividere qualcosa che si sente con qualcuno che vede la vita come la vedi tu».

Dal punto di vista della produzione anche Giovani e testardi‘ vede la conferma di Steve Tarta con cui avevi già collaborato nei tuoi precedenti brani. Che tipo di lavoro avete fatto insieme su questo brano?

«Mi trovo molto bene a lavorare con Steve. In questo caso abbiamo trovato un vestito nuovo per quanto riguarda la produzione: un vestito che utilizza sfumature nuove rispetto anche alle caratteristiche delle ballad che avevo fatto finora. Sono molto contento perchè questo tipo di lavoro mi sta permettendo di scoprire anche lati nuovi della mia voce».

L’ultimo è stato un periodo ricco di tanti cambiamenti di vita. Credi che questi abbiano influito anche nella tua musica?

«L’essermi trasferito a Milano mi ha fatto crescere molto e mi ha permesso di poter vivere impulsi diversi e di crearmi numerose nuove opportunità. La perdita di una persona cara mi ha segnato, invece, moltissimo. Credo, però, che l’amore non si divida e che rimanga presente nelle nostre vite anche in seguito alle perdite che subiamo. La mia musica non è cambiata ma ha trovato ancora più forza e determinazione nel voler raccontare quello che sento».

Cosa ti aspetti dal tuo futuro prossimo?

«Mi piacerebbe tantissimo andare a suonare live in giro per l’Italia. I social sono importanti ma vorrei andare ad incontrare le persone dal vivo. E poi vorrei pubblicare quanta più musica possibile. Ho tantissimi brani messi da parte nel corso degli ultimi due anni e sto aspettando l’occasione giusta per pubblicarli all’interno di un album».

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.