Con “I tuoi particolari” Ultimo lascia parlare la musica – RECENSIONE

Al netto di tutto quello che è accaduto prima, durante e dopo il Festival, il giovane artista romano dimostra ancora una volta tutto il suo talento

C’era una volta la favola di Niccolò Moriconi, conosciuto da tutti come Ultimo, il ragazzo che a soli 23 anni bruciò ogni tappa, con una vittoria lampo tra i giovani nel 2018 con il brano Il ballo delle incertezze, un tour nei palazzetti pronto a partire (e già totalmente sold out) e il sogno dello Stadio Olimpico, il prossimo 4 luglio. E’ il più giovane artista nel riuscire in traguardi simili. Il suo caso rappresenta un piccolo miracolo discografico: si è fatto strada senza talent e senza major, imponendosi con le sue forze e con la sola potenza della sua musica.

Tante parole, tante polemiche, alcune veramente sterili nelle ore post Sanremo, dove Ultimo ha gareggiato classificandosi secondo con il suo brano I tuoi particolari. Al di là delle polemiche, che lasciamo ai chiacchieroni, ecco quello che ci sentiamo di dire sul pezzo del giovane e talentuoso artista romano.

Il brano si mantiene sulla linea dei pezzi di punta della discografia di Ultimo con la classica partenza piano voce e l’intensità che cresce pian piano fino al potente inciso finale. Il cantante si dimostra coerente ma allo stesso tempo non ripetitivo ed il pezzo, ascolto dopo ascolto, cresce e convince, forse non arrivando al livello di alcuni piccoli gioielli dispersi qua e là nei due dischi del cantautore come Sogni appesi, Pianeti o Sabbia ma comunque arrivando dove deve arrivare, puntando forte sui sentimenti.

Il testo è incentrato sulla mancanza, quella provata per una storia d’amore finita, vista dall’autore con malinconia, e così tutti quei piccoli particolari che al tempo erano spesso tralasciati si caricano di significato trasformandosi in immagini nitide che ritornano, come quella voce che la mattina gridava “buh” o quel piatto in più che continua a rimanere a tavola, fino ai rumori durante una camminata solitaria. Ultimo scava nei suoi ricordi e lo fa senza troppi giri di parole e come al solito senza inutili sofisticherie, arriva proprio perché diretto e dritto al punto.

I tuoi particolari è una riflessione messa in musica di qualcosa che c’è stato e che ora di colpo manca: “fa male dirtelo adesso ma non so più cosa sento” è l’amara conclusione del cantante, che non rinuncia comunque a quella vena poetica romantica che da sempre lo contraddistingue e così “se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei scrivere per te nuove canzoni d’amore e cantartele qui”, lasciando alla fine un po’ tutto in sospeso.

Il brano poi aumenta la propria potenza dal vivo, noi lo conosciamo bene e sappiamo che è sul palco che il giovanissimo cantautore mostra tutto il suo talento, suona, canta, emoziona, ricorda molto Fabrizio Moro nel modo in cui si mangia il palco, non a caso suo “padrino” nell’ascesa al successo, con un modo però molto più raffinato di interpretare le sue canzoni, in attesa del suo nuovo album di inediti Colpa delle favole, in uscita il prossimo 5 aprile per Honiro.

Acquista qui il brano |

[amazon_link asins=’B07NDPD59D’ template=’ProductCarousel’ store=’recensiamomus-21′ marketplace=’IT’ link_id=’be228de1-7f99-4249-9cb5-ff1a6846bf6a’]

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.