Baustelle

“Contro il mondo” segna il ritorno dei Baustelle

Nuovo singolo che anticipa il prossimo album di inediti della band di Francesco Bianconi

È in radio e su tutte le piattaforme digitali da venerdì 6 gennaio 2023Contro il mondo“, singolo che segna il ritorno dei Baustelle e che anticipa “Elvis“, il nuovo album d’inediti della band, in uscita il prossimo 14 aprile.

Baustelle - Contro il mondo

Contro il mondo” è un brano scritto da Francesco Bianconi che conferma la genialità dell’intuizione dei Baustelle di guardare al passato come una risorsa e senza nostalgia. È una canzone in cui tradizione e azzardo si mischiano, dando prova ancora una volta della loro innata capacità di essere accattivanti, provocatori e profondamente all’avanguardia nel racconto della realtà che ci circonda. Il racconto della quotidianità fatta di yoga, di aperitivi e di routine si scontra con la necessità di evasione che culmina in un grido di ribellione, il tutto a suon di rock and roll e atmosfere retrò.

Dove eravamo rimasti? – dichiarano i Baustelle – Quanto tempo è passato? Chi sperava che saremmo migliorati ovviamente si sbagliava. Si continua piuttosto a vivere, con la ferocia di sempre e musica nuova. Questa canzone si chiama “Contro il mondo”: è una storiella, un film, una parabola, un grido, basso-rullante-chitarra elettrica, gomma da masticare. Il nostro ritorno al criticismo e al rock and roll. Maneggiate con cura“.

Acquista e ascolta qui il brano |

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.
Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.