Diodato 2020

Recensione dell’ultimo singolo del cantatore vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo

Dopo la grande consacrazione avvenuta con il successo sanremese sulle note dell’intensa ‘Fai rumore’, Diodato non ha smesso di correre e di comunicare. Lo ha fatto pubblicando il bell’album ‘Che vita meravigliosa’ (di cui qui la nostra recensione) e quest’estate l’inedito ‘Un’altra estate’, ma lo ha fatto anche portando avanti un tour speciale in cui ha mostrato tutta la volontà di arrivare a più persone possibili, senza tuttavia snaturare di mezzo centimetro la sua idea di musica e di bellezza. Per questa stagione invernale, però, il cantautore tarantino sceglie di fare un passo indietro e pesca dal mazzo uno dei brani più incisivi del ultimo progetto discografico: ‘Fino a farci scomparire’.

Bisogna dire innanzitutto che non è detto che un brano con un bel titolo, come in questo caso, riesca a mantenere le attese anche nella sua esecuzione. Ma sì, qui le attese, dopo aver letto un titolo così evocativo, vengono ampiamente ripagate. ‘Fino a farci scomparire’ è un brano che parla di una storia d’amore che finisce pur rimanendo in qualche modo in vita continuamente, grazie a quella che possiamo definire un’accettazione postuma.

Diodato sa scrivere eccome e qui lo dimostra puntando su un testo che inizia forte dicendo “sembrava evidente che non c’era più niente da fare, ma tu amavi insistere col tuo accanimento morale”. L’autore narra di una storia che si è persa per strada tra le sue contraddizioni in cui il “senso” vero lo si è percepito solo poi, solo dopo essersi divisi. Così come se il tempo e la distanza abbiano in qualche modo permesso ai protagonisti di vedersi con il giusto distacco, necessario per capirsi ed apprezzarsi.

C’è il rimorso di non essere riuscito a resistere, ma anche la consapevolezza di aver amato veramente e questo si sente soprattutto nel potentissimo ritornello, in cui il cantautore trova la chiave nella frase “anche il nostro ritornare a innamorarsi in questo altrove, fino a farsi scomparire”, chiudendo con un’immagine semplice ma evocativa. Due anime che si staccano definitivamente finendo per scomparire, rinascendo però con nuove forme in nuovi spazi trovati nel tempo. Nella voce di Diodato si percepisce tutta l’intensità di un amore vero, capace di entrare dentro senza lasciar spazio a freni. Un bellissimo dialogo interiore che mischia fine ed inizio, un finale dolce amaro perfetto per chiudere con malinconia e, in un certo senso, speranza.

L’arrangiamento è semplice ma perfetto per l’idea del brano, la struttura è quella classica di una canzone pop. Un bella canzone pop che si eleva grazie ad un testo pensato ed efficace, in cui il ritornello rappresenta lo spaccato fondamentale per capirne il senso totale. Diodato prosegue dritto per la sua strada, confermandosi un cantautore raffinato ed intelligente, capace di descrivere i grandi sentimenti senza mai rifugiarsi nel banale.

Acquista qui il brano |

Fino a farci scomparire | Testo

Sembrava evidente che
Non c’era più niente da fare
Ma tu amavi insistere
Col tuo accanimento morale
E perdevamo tutto, anche la dignità
Dio mio, che male che fa
Pensare a quel giorno in cui
Ci siamo dovuti lasciare
Che quando hai pianto mentre te ne andavi via
Ti sei portata anche me
E ora lo vedi, con il tempo
Tutto sembra avere un senso
Anche il nostro ritornare
A innamorarsi in questo altrove
Fino a farsi scomparire
Fino a farci scomparire
È stato il silenzio che
Abbiamo sentito arrivare
Ad essere complice
Di ogni accadimento immorale
Ci siamo tolti tutto, anche la nostalgia
Dio mio, che pena che fa
Mischiarsi a un estraneo che
Vorrebbe sentirsi speciale
Ma quando eri in silenzio mentre andavi via
Ti sei portata anche me
E ora lo vedi, con il tempo
Tutto sembra avere un senso
Anche il nostro ritornare
A innamorarsi in questo altrove
Fino a farsi scomparire
Fino a farci scomparire
E come vedi il mondo adesso
Ti sembra lo stesso?
Come vedi quei due pazzi
Che si sono tolti tutto?
Tutto, tutto, tutto
Ma non lo vedi? Con il tempo
Tutto sembra avere un senso
Anche il nostro ritornare
A innamorarsi in questo altrove
Fino a farsi scomparire
Fino a farci scomparire
Fino a farci scomparire
Fino a farci scomparire
Fino a farci scomparire
The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Di Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.