Danti unisce Luca Carboni e Shade per questo nuovo brano disponibile a partire dal 10 aprile

Canzone sbagliata: non è una sentenza ma il titolo del nuovo singolo targato Danti, accompagnato per l’occasione da Luca Carboni e Shade, in questo nuovo lavoro che fa seguito alla precedente Tu e D’io in compagnia di J-Ax e Nina Zilli.

Il rapper/produttore/autore Daniele Lazzarin, in arte Danti, conosciuto grazie al duo Two Fingerz, può essere descritto semplicemente come una delle figure più continue e rivoluzionarie del panorama pop e rap italiano. Autore e coautore di numerosi successi da primo posto in classifica, il poliedrico artista ha saputo negli anni reinventarsi continuamente pur rimanendo sulla cresta dell’onda grazie alla sua incredibile attitudine al capire le novità.

Anche in questo nuovo singolo la cosa che più di tutte arriva è il linguaggio fresco, genuino ed irriverente con cui Danti sfodera l’ennesima potenziale hit radiofonica. Il pezzo forte è dato dal ritornello affidato al riconoscibilissimo timbro di Luca Carboni, perfetto per interpretare a suo modo anche un pezzo apparentemente fuori dal suo mondo musicale.

Quel che si ottiene, dalla fusione di stili differenti, è un godibile mix di colori che ha come punto fermo il concetto dello sbaglio: “non mi ricordo più chi sono i Nirvana / e ingrasso dentro ad una / sana ignoranza italiana”. Le strofe, affidate allo stesso Danti e Shade, da sempre portato per questo tipo di canzoni, sono piene zeppe di errori voluti: dai baffetti di Mussolini fino a Colombo che scopre la Luna, passando per De Andrè e il muro di Berlino, le citazioni tipiche “alla Danti” si susseguono in questo inno alla leggerezza.

Un brano che riesce nell’intento di far ballare strappando allo stesso tempo un sorriso all’ascoltatore, musica leggera che adempie perfettamente al suo compito.

Acquista qui il brano |

Canzone sbagliata | Audio

Canzone sbagliata | Testo

Democratico come l’Inghilterra
E piatto come questa Terra
Coi baffetti come Mussolini
Le braccia forti come i delfini
Resto in piedi come il muro di Berlino
Toro scatenato sì come Al Pacino
Mi taglio l’orecchio come Beethoven
E come De Andrè faccio solo cover
Sai, te lo dico sereno
Il cielo dentro una stanza non mi capita mai
La cassiera pretende la mia tessera sconto gentilmente ma io
Vorrei solo pagare, fumare
Dovrei contare fino a dieci
Uno, due, dieci
Porca puttana
Se non ci sei tu questa vita è strana
Non mi ricordo più chi sono i Nirvana
E ingrasso dentro ad una
Sana ignoranza italiana, uoh oh oh oh oh
Scopro la luna come Colombo
Corro a quattro zampe come un pollo
Col toro sul logo tipo Ferrari
Mangio solo animali vegani
Stonato come Mina
Contadino come Riina
Col mitra in mano come Gandhi
Le mani piccole sì, come Morandi
Super batterista come Jimi Hendrix
Vorrei la pelle nera come Elvis
Inventare l’iPhone come Bill Gates
O la tuta da ragno come Bruce Wayne
Sai, io non sono Venditti
Il cielo dentro una stanza non mi capita mai
La cassiera pretende la mia tessera sconto gentilmente ma io
Vorrei solo pagare, fumare
Dovrei contare fino a dieci
Uno, due, dieci
Porca puttana
Se non ci sei tu questa vita è strana
Non mi ricordo più chi sono i Nirvana
E ingrasso dentro ad una
Sana ignoranza italiana, uoh oh oh oh oh
Esco in pigiama
Se non stai attento questa vita ti sbrana
Mi sono perso eppure mi sento a casa
E mi accontento di una sana ignoranza italiana
Uoh oh oh oh oh
Tutta sbagliata
Se non ci sei tu questa vita è buttata
Uoh oh oh oh oh
Uoh oh oh oh oh

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Di Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.