Dolcenera 2022

Il singolo della cantante apre un nuovo capitolo discografico

E’ una Dolcenera che riparte senza tradire il proprio passato ma guardando anche al futuro quella che si ascolta in “Spacecraft“. Il primo brano che anticipa la pubblicazione di un prossimo progetto discografico della cantautrice è arrivato a distanza di ben 2 anni dal precedente singolo (Wannabe‘ realizzato in collaborazione con Laioung) e a 7 dall’ultimo album d’inediti. Forse anche per il lungo tempo intercorso dalle ultime pubblicazioni si ha la sensazione, lasciandosi trasportare da questo ‘Spacecraft’, di essere alle prese con una Dolcenera nuovamente inedita ed arricchita rispetto ai precedenti episodi.

Messe da parte le influenze tribali di brani come Un altro giorno sulla Terra‘Amaremare’ (di cui qui la nostra recensione), Dolcenera pare ora proiettata al mondo degli anni ’80 e ’90 contaminato da un’elettronica quasi sognante ed onirica. Rimane tuttavia l’anima romantica della scrittura di Dolcenera che rimane concentrata nel racconto di un amore assoluto. Un amore che è raccontato dall’efficace immagine di chi “è come avere il cosmo dentro gli occhi”.

Da artista capace di innovare ed innovarsi Dolcenera sale a bordo di uno ‘Spacecraft’ che non tradisce la sua essenza. Grande importanza è data a quella componente di suono che ha via via acquisito sempre maggior rilevanza nella produzione dell’artista di ‘Com’è straordinaria la vita’ e che questa volta raggiunge un’ambientazione dominata da elettronica e sintetizzatori sui quali la voce di Dolcenera si poggia con la solita maestria e energica ruvidezza.

Acquista qui il brano |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.